Ciclocross, Coppa del mondo: tutti a caccia di Pauwels. Bertolini e Lechner punte azzurre

Bertolini-Pagina-FB-Giro-Cross1.jpg

Nella giornata di domenica, dopo 3 settimane di assenza, torna in scena la Coppa del mondo di ciclocross, che per l’occasione farà tappa a Namur, in Belgio, prima di spostarsi a Zolder per il 26 dicembre.

Nella categoria uomini Elite il belga Kevin Pauwels con il successo conquistato a Milton Keynes, in Gran Bretagna, ha abbozzato un primo tentativo di fuga in classifica. Lo segue a 35 punti di distanza il connazionale Klaas Vantornout, secondo lo scorso anno da queste parti. Più lontani tutti gli altri, a partire dall’olandese Corne Van Kessel e il belga Tom Meeusen. Sono 80, invece, i punti di distacco di Lars Van Der Haar, detentore della Coppa del mondo. L’olandese, anche per colpa di qualche malanno, è sprofondato in classifiche nelle ultime uscite, ma in questo inizio di stagione dopo la vittoria nella prima tappa non è mai tornato su quei livelli. Sarà interessante capire le condizioni di forma di Sven Nys: in chiara difficoltà nelle scorse settimane, il belga dovrebbe iniziare a trovare brillantezza in vista del Mondiale. L’Italia si dovrebbe schierare al via della prova con due atleti. Bryan Falaschi sembra il più accreditato per provare a strappare un piazzamento discreto, mentre per Marco Bianco sembra più proibitivo.

In campo femminile si attende l’esordio stagionale dell’olandese Marianne Vos, campionessa del mondo della specialità, e della francese Pauline Ferrand-Prevot, iridata su strada proprio davanti alla Vos in quel di Ponferrada. La belga Sanne Cant, che pare finalmente aver trovato la quadratura del cerchio, guida nella classifica generale davanti alla statunitense Katie Compton, vincitrice delle ultime due edizioni del Ciclocross della Cittadella di Namur. Tanti i nomi importanti al via, tra i quali figura anche quello di Eva Lechner. L’azzurra, dopo aver testato la gamba nelle scorse settimane, farò il suo esordio stagionale nella competizione per provare a ritrovare il colpo di pedale giusto per essere competitiva ai Mondiali come nel 2013 quando chiuse seconda alle spalle di Marianne Vos. Per l’Italia al via anche Alice Maria Arzuffi ed Elena Valentini. Per entrambe, e in particolare per la Arzuffi, potrebbe essere alla portata un piazzamento tra le prime 20.

L’Italia coltiva speranze importanti anche nella gara Under 23. Gioele Bertolini, quinto nella prima e unica prova stagionale di categoria, ha dimostrato nelle ultime due settimane di non aver nulla da invidiare anche agli Elite in campo nazionale. Ora per l’atleta di Talamona si tratta di confermarsi tra i primi anche in campo internazionale, per quanto la concorrenza sia spietata (da Wout Van Aert a Michael Vanthourenhout passando per Mathieu Van Der Poel per citare solo gli atleti di maggiore caratura). Riflettori accesi anche su Nadir Colledani, cui però potrebbe mancare esperienza in campo internazionale. Per lui, coetaneo di Bertolini, è un’esperienza nuova e importante.

L’Italia sarà al via anche della prova Junior maschile con i seguenti atleti: Jakob Dorigoni, Antonio Folcarelli, Edoardo Nichele, Giorgio Rossi, Stefano Sala e Daniel Smarzaro.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook

Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo

Clicca qui per seguirci su Twitter

gianluca.santo@olimpiazzurra.com

Foto: Pagina Facebook Giro d’Italia Ciclocross – Gran Premio Selle Italia

Lascia un commento

scroll to top