Pro12: Zebre sfortunate, gli Ospreys stentano ma espugnano Parma

oa-logo-correlati.png

Le Zebre sfiorano la seconda impresa consecutiva contro gli Ospreys. Sfiorano, appunto, perché i gallesi bruciano i bianconeri in volata sul 14-15, dopo un match sofferto in cui hanno dovuto sempre rincorrere una franchigia federale compatta, aggressiva e volenterosa, capace di non far marcare nemmeno una meta alla squadra, finora, più spettacolare della lega.

Dopo un inizio aggressivo degli Ospreys, le Zebre trovano lo spunto giusto per uscire dai propri 22 e tirano subito fuori i denti. Odiete recupera un gran pallone aereo contro Biggar, il gioco viene allargato velocemente su Garcia che sfrutta il buco e si invola all’ala, per poi servire con il giusto timing Giulio Bisegni, alla sua prima meta celtica. Orquera sbaglia una trasformazione piuttosto semplice e si resta sul 5-0. A muovere il tabellino per i gallesi ci pensa invece Sam Davies dalla piazzola, ma gli Ospreys non riescono a pungere come nelle precedenti apparizioni. La difesa zebrata è costretta a rintanarsi nella propria metà campo ma regge l’urto, sfruttando poi l’indisciplina gallese nel territorio altrui. Orquera sbaglia ancora un penalty al 15′ e decide di lasciare il posto a Gonzalo Garcia al 23′, che centra i pali per l’8-3. La capolista prova a ricordare al XXV Aprile di essere la squadra più spettacolare del torneo ma non trova il varco per graffiare delle Zebre, inoltre, estremamente solide in mischia con Chistolini ed Aguero. In attacco, tuttavia, gli uomini di Cavinato non riescono a costruire e al 35′ da un tenuto zebrato Sam Davies avrebbe l’opportunità di accorciare al piede, ma senza successo. La 21enne apertura, però, si riscatta subito dopo per l’8-6, a causa di un altro tenuto da parte di Odiete.

Botta e risposta tra Garcia e Davies ad inizio ripresa e il punteggio viene proiettato sull’11-9. I bianconeri sono costretti a soffrire, la linea difensiva tiene sui pick&go, ma le aperture verso il largo della mediana gallese fanno male a Bergamasco&co. e Toniolatti si becca un giallo per un fallo professionale in una situazione pericolosa. Sam Davies però non sfrutta la punizione e gli Ospreys restano ancora indietro al 56′. La mischia zebrata consente alla difesa di respirare e Gonzalo Garcia tenta di centrare i pali con la sua lunga gittata, ma da quasi 50 metri il rosso centro azzurro è sfortunato e colpisce in pieno la traversa. Al 65′, invece, non sbaglia Davies e gli Ospreys per la prima volta passano in vantaggio sull’11-12. La battaglia tra i due piazzatori infuria e, dopo l’immediato riscatto di Garcia al 69′, Davies si fa trovare pronto per il 14-15. L’apertura gallese ci prova ancora al 78′, ma il suo calcio non è preciso e tiene ancora in vita le Zebre. Ma la rimonta, come lo scorso anno, non avviene e gli Ospreys continuano il loro percorso netto.

daniele.pansardi@olimpiazzurrra.com

Tag

Lascia un commento

Top