Pallanuoto, A1 femminile: le ragazze del <i>Setterosa</i> impegnate

oa-logo-correlati.png

Sabato inizierà il campionato di Serie A1 di pallanuoto femminile, da sempre vivaio di primissimo ordine per le atlete della nazionale femminile e per le giovani che vogliono mettersi in evidenza e accedere alla nazionale maggiore.

Tante atlete che hanno fatto parte della squadra agli Europei di Budapest quest’estate sono chiamate anche a fare la differenza in campionato, per mantenere lo status di titolare in nazionale in vista dei prossimi tornei e dei Giochi Olimpici di Rio 2016. Praticamente tutte le atlete del Setterosa (all’estero giocherà invece Roberta Bianconi, in Grecia) saranno impegnate nel nostro massimo campionato, a partire da Tania Di Mario, chiamata a fare da guida al nuovo corso iniziato dall’Orizzonte Catania, squadra della quale fa parte anche Valeria Palmieri, che nonostante la giovane età si sta ritagliando un ruolo sempre più importante in nazionale: in una squadre che non può vantare i livelli di competitività dello scorso anno, questo può essere un test importantissimo per lei.

La Mediterranea Imperia, squadra campione in carica, può vantare nelle sue fila il portiere titolare della nazionale azzurra Giulia Gorlero e una delle migliori realizzatrici nostrane, Giulia Emmolo. Entrambe, nonostante la giovane età, sono già tra i pilastri della nazionale del CT Fabio Conti, come hanno dimostrato anche agli Europei. La prossima stagione, per loro, potrebbe essere importante e portarle ad una nuova maturità assieme a tutta la squadra. Tra i nuovi acquisti dell’Imperia anche Silvia Motta, a sua volta un nome importante per la nazionale.

Per tornare al discorso portieri, dopo un anno in Australia tornerà a giocare in Serie A Elena Gigli, che difenderà la porta del Prato Waterpolo. Nonostante non sia più giovanissima, potrebbe ancora ricoprire un ruolo in nazionale nei prossimi due anni, anche se sarà molto difficile per lei scalzare Gorlero dal posto di titolare.

Tra le altre atlete che vestono con costanza la calottina della nazionale occhi puntati anche su Federica Radicchi (Mesisna), Aleksandra Cotti (Rapallo), Arianna Garibotti (Messina, e chiamata ad una stagione ad alti livelli) e Rosaria Aiello (Messina).

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook

Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo

Clicca qui per seguirci su Twitter

gianluca.santo@olimpiazzurra.com

Foto: Photo Giorgio Scala/Inside/Deepbluemedia

WEB TV

Lascia un commento

scroll to top