Judo, Grand Slam Abu Dhabi: il tabellone degli azzurri

Judo-Antonio-Ciano-Guillaume-Riou-EJU.jpg

Prenderà il via domani il Grand Slam di judo ad Abu Dhabi (Emirati Arabi Uniti). L’italia  è presente con i suoi migliori rappresentanti, ad eccezione di Walter Facente (-90 kg). Vediamo nel dettaglio com’è andato il sorteggio degli azzurri.

– 48 kg femminili: Valentina Moscatt affronterà agli ottavi la vincente della sfida tra la nord-coreana Sol Mi Kim e l’ecuadoregna Diana Cobos. Al turno successivo, incontro in ogni caso complicato con una tra la turca Dilara Lokmanhekim e la mongola Otgontsetseg Galbadrakh.

– 52 kg femminili: dopo la sfortunata avventura ai Mondiali juniores, Odette Giuffrida, dopo un primo turno abbordabile, troverà con ogni probabilità ai quarti la campionessa del mondo kosovara Majlinda Kelmendi, imbattuta nel 2014.

– 57 kg femminili: Giulia Quintavalle incrocerà la britannica Stephanie Inglis. A seguire, in caso di successo, la mongola Sumiya Dorjsuren, quinta nell’ultima rassegna iridata.

– 63 kg femminili: buon sorteggio per Edwige Gwend. L’azzurra se la vedrà con una tra la svedese Emma Barkeling e la britannica Jodie Mullen. Probabile quarto di finale con Martyna Trajdos (Germania) o Isabel Puche (Spagna), avversarie ostiche, ma sostanzialmente di livello pressoché equivalente a quello della nostra rappresentante.

– 70 kg femminili: due le italiane presenti in una categoria dove il Bel Paese ha necessità di racimolare punti utili per il ranking olimpico. Jennifer Pitzanti esordisce contro la temibile mongola Naranjargal Tsend Ayush, mentre Giulia Cantoni scenderà sul tatami con la turca Sukran Bakacak.

– 78 kg femminili: avvio complesso per Assunta Galeone, opposta alla portoghese di origine cubana Yahima Ramirez, quinta ai Mondiali 2014. In caso di successo, possibile scoglio tedesco con Luise Malzahn.

– 66 kg: Elio Verde ha bisogno di fare risultato per riprendere fiducia dopo una stagione difficile. Il britannico Colin Oates appare certamente come un osso duro (vincitore dei Giochi del Commonwealth e del Grand Slam di Baku), tuttavia il campano ha bisogno di una vittoria di prestigio per rilanciare la sua candidatura verso Rio 2016.

– 73 kg: due azzurri in tabellone, entrambi opposti a due bielorussi. Andrea Regis affronterà Vadzim Shoka, Marco Maddaloni proverà ad avere la meglio di Aliaksei Ramanchyk.

– 81 kg: dopo un avvio non impossibile con il peruviano José Luis Arroyo Osorno, Antonio Ciano potrebbe ritrovare il greco Roman Moustopoulos, con il quale ha perso nei ripescaggi agli Europei di Montpellier.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook

Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo

Clicca qui per seguirci su Twitter

federico.militello@olimpiazzurra.com

WEB TV

Lascia un commento

scroll to top