Judo, Grand Prix Astana: Edwige Gwend agguanta il bronzo

Judo-Edwige-Gwend-Clarisse-Agbegnenou-IJF.jpg

Non c’è due senza tre! Dopo i terzi posti conquistati ieri da Valentina Moscatt e Giulia Quintavalle nel Grand Prix di Astana di judo, quest’oggi è arrivato un altro bronzo ad opera di Edwige Gwend nei -63 kg.

L’azzurra è approdata in semifinale dopo aver prevalso prima sulla spagnola Isabel Puche e poi sull’ostica austriaca Hilde Drexler. Qui il cammino della 24enne di origine camerunense si è interrotto al cospetto della fuoriclasse israeliana Yarden Gerbi, campionessa del mondo del 2013 e argento nell’edizione iridata 2014.

Nella finale per il bronzo, tuttavia, Gwend non ha lasciato spazio alla tedesco Martyna Trajdos, conquistando un risultato che consolida ulteriormente il suo status di top10 del ranking mondiale.

Sul gradino più alto del podio è salita proprio la Gerbi, vincitrice della svedese Anna Bernholm nell’atto conclusivo. Completa il podio l’austriaca Kathrin Unterwurzacher.

Austria che festeggia anche per il trionfo di Bernadette Graf nei -70 kg, capace di prevalere in finale sull’olandese, naturalizzata georgiana, Esther Stam. Doppio terzo posto per la Germania con Laura Vargas Koch e Szaundra Diedrich.

Per quanto riguarda le categorie maschili, il francese Pierre Duprat fa sua la competizione dei -73 kg sbarazzandosi dell’israeliano Sagi Muki. Sul terzo gradino del podio due judoka della Mongolia: Nyam-Ochir Sainjargal e Tsagaanbaatar Khashbaatar. Poca strada per l’azzurro Andrea Regis, sconfitto al primo turno dal georgiano Lasha Shavdatuashvili.

Finale tutta russa, infine, nei -81 kg, con Alan Khubeysov a prevalere sul connazionale Khasan Khalmurzaev. Terzi il tedesco Benjamin Muennich ed il kazako Aziz Kalkamanuly. Erano due gli italiani presenti, entrambi subito eliminati da avversari britannici: Giovanni Carollo si è arreso a Tom Reed, mentre Matteo Marconcini ha ceduto il passo a Max Stewart.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla pagina dedicata al golf!
Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo

federico.militello@olimpiazzurra.com

Lascia un commento

Top