Ginnastica, Mondiali 2014 – Italia, sei stata favolosa! Le pagelle delle azzurre

Squadra-Italia-ginnastica-Mondiali-2014-Nanning.jpg

Una fantastica Italia stamattina conquistava un favoloso quinto posto nel turno di qualificazione ai Mondiali 2014 di ginnastica artistica. Di seguito il nostro commento e le consuete pagelle.

 

ITALIA: 8,5. Semplicemente meravigliose. Stamattina, a dire il vero, mi sono anche un po’ emozionato. Per la cattiveria agonistica, per la voglia di fare bene, per la determinazione profusa per ottenere l’obiettivo prefissato. Non si sono limitate a svolgere il compitino, ma hanno voluto conquistare la finale con una prova convincente e ben al di sopra delle più rosee aspettative.

Entriamo all’atto conclusivo addirittura con il quinto posto, meglio della blasonata Romania, asfaltata la Germania (addirittura eliminata), a due punti alla Gran Bretagna, rifilata una lunghezza al Giappone. Ci ritroviamo nell’elite planetaria dopo quattro anni (solo noni nel 2011), a conferma della finale olimpica a Londra 2012 (che è l’ultima gara a squadre a livello internazionale ufficiale prima di quella odierna).

Bravissime tutte a uscire dalle difficoltà iniziali, a prendersi le proprie responsabilità, a non perdersi nel tunnel dell’errore dopo i primi due svarioni (che ci possono assolutamente stare). Hanno convinto e sono piaciute: un applauso, oggi, se lo meritano davvero.

Secondo miglior punteggio in assoluto al corpo libero: meglio di noi fanno solo gli USA! Questo dato fa paura ed è testimoniato anche dalle due finaliste di specialità.

Il volteggio, come era nelle previsioni, si è rivelato asso nella manica importante. Con i tre doppi avvitamenti si è fatto un deciso salto in avanti.

La trave non è girata nel verso giusto causa due sbagli, ma è lì che è uscita la grinta della nostra Nazionale. Ecco se proprio bisogna trovare un neo bisogna rivolgersi alle parallele, ma davvero andiamo a cercare il pelo nell’uovo per quanto è stato mostrato oggi.

Gli errori ci sono stati (quattro importanti). Due, però, in uscita da trave per provare a dare il massimo, episodici (sicuro matematico che tra due minuti Erika e Lavinia non li rifarebbero) e non di concetto.

Tra l’altro è mancata all’ultimo Elisa Meneghini, senza dimenticare che questo gruppo ha altre frecce rimasta a casa per svariati motivi. Si cresce!

 

VANESSA FERRARI: 9. A volte è anche difficile trovare gli aggettivi. Mi rifiuto di nascondermi dietro al “artisticamente emozionante, etc. etc” che ho già usato (un po’ di originalità non deve mai mancare). Semplicemente, però, è davvero infinita ed eterna. Con una voglia matta di artistica e di successo da fare invidia a tutti. Mi rifugio in questa sua dichiarazione rilasciata alla Federazione Internazionale: “Sono amareggiata per la mia trave…”. Voleva evidentemente la finale (e non era neanche impossibile prenderla visti i punteggi delle ultime qualificate).

Ad ogni modo, a (quasi) 24 anni, lei è ancora qui a giocarsela alla pari. Scatenata al corpo libero, ma con semplicità e ampio margine, senza esagerare e puntando sulla pulizia: per alzare le difficoltà c’è la gara di domenica, dove ci si giocano le medaglie e la riconferma dell’argento di Anversa 2013.

Torna a partecipare all’ennesima finale all-around, la gara del cuore, quella che l’ha incoronata Campionessa del Mondo nel 2006. Addirittura con il sesto punteggio. Chi oggi la precede (Biles, Mustafina, Jinnan, Ross, Iordache) andava solo alle scuole elementari (o medie, per alcune) quando lei rivoluzionava l’artistica italiana.

19 atti conclusivi iridati in carriera (3 a squadre, 16 individuali, 10 di specialità): numeri esorbitanti! Capitana di mille battaglie, trascinatrice vera, è lei a dare la scossa alla trave dopo gli errori delle compagne: lì le ragazze si sciolgono e iniziano a volare.

 

ERIKA FASANA: 8+. Finale al corpo libero! Al Mondiale, al debutto. Fantastica. L’olimpica di Londra 2012 riesce nell’impresa grazie a un sontuoso esercizio, con tanto di Tsukahara avvitato, pur sbagliando l’atterraggio dell’ultima diagonale: 14.233 ed entrare tra le migliori otto del Mondo vogliono dire davvero tanto.

Il doppio avvitamento al volteggio è una delizia perfettamente eseguita e con queste due performance da urlo riscatta lo strano errore alla trave, che aveva caratterizzato un inizio davvero da brividi. Mani a terra in uscita non se le aspettava nemmeno lei.

Non finisce qui perché strappa con ampio margine la partecipazione alla Finale del concorso generale, dove affiancherà Vanessa. Una mattinata favolosa.

 

LARA MORI: 7,5. Ma che brava! Riserva a chi?, potrebbe rispondere. Meneghini out, la toscana viene chiamata in causa solo pochi giorni prima della gara e non tradisce. Anzi si conferma uno degli anelli della squadra: al suo primo Mondiale, al suo primo body azzurro da senior in un’occasione così importante. Laretta on fire su tutti gli attrezzi su cui si è esibita, con picchi davvero piacevoli e soprattutto senza errori.

GIORGIA CAMPANA: 7,5. Dalle un body Nazionale, portala in un grande evento e non ti tradisce (quasi) mai. Inserisci la romana in una rotazione di gara e un buon punteggio è in banca. Naturalmente risponde in maniera eccellente sulle sue parallele e alla trave, ma soprattutto piazza 13.800 sul volteggio (sicuramente non suo) grazie un avvitamento.

LAVINIA MARONGIU: 6,5. Una gara assolutamente egregia, sporcata dall’errore alla trave. Si riprende tranquillamente e va via tranquilla per le altre due rotazioni in cui è impegnata. Al suo primo Mondiale non tradisce le aspettative e conferma una buona affidabilità.

MARTINA RIZZELLI. Sospendiamo il giudizio. Indubbiamente non è stata la giornata migliore per la comasca. Mani a terra al corpo libero (con precedente uscita), caduta alle parallele. Certo nel mezzo aveva eseguito un buon doppio avvitamento, che ha dato ulteriore sicurezza al gruppo.

 

(foto Vatteroni/Federginnastica)

 

Articoli correlati:

Mondiali 2014 – Tutte le qualificate alle Finali: Italia da pokerissimo!

Mondiali 2014 – VIDEO: il corpo libero di Vanessa Ferrari! 14.566, in FINALE

Mondiali 2014 – Italia ufficialmente quinta: battuta la Romania! Cinque Finali azzurre, fantastiche

Mondiali 2014 – Italia pazzesca! Azzurre bellissime: quarto posto. Show Ferrari e Fasana

Mondiali 2014 – Le dichiarazioni delle azzurre! Felicità a mille

Mondiali 2014 – L’analisi del DT Casella: “Sono soddisfatto. Grande Italia!”

Mondiali 2014 – Cina spaziale! Battuti gli USA…per metà. Jinnan stella

WEB TV

Lascia un commento

scroll to top