Calcio femminile: cuore Italia! Gabbiadini e Panico agguantano l’Ucraina. Il sogno continua

Patrizia-Panico-Calcio-femminile-Profilo-FB-Panico-Libera.jpg

Ad un passo dal baratro, l’Italia rinasce con le sue intramontabili veterane e si qualifica per la finalissima dei play-off che metterà in palio l’ultimo posto per i Mondiali 2015. Sotto per 2-0 in Ucraina, le azzurre trovano la forza di reagire e trovare un pareggio pesantissimo che vale la qualificazione al turno decisivo.

A Lviv l’inizio partita è equilibrato, con la selezione tricolore che ci prova con Cernoia, su cui il portiere Samson fa buona guardia. Le padrone di casa aumentano la pressione e costruiscono diverse occasioni, fino al vantaggio di Dyatel che matura al 26′. L’Italia prova a reagire con Camporese, ma è ancora un’imprendibile Dyatel a chiamare Giuliani agli straordinari. In avvio di ripresa Dyatel ci castiga nuovamente: sul 2-0 le ragazze di mister Cabrini hanno bisogno di almeno un gol per portare la sfida ai supplementari.

A questo punto, tuttavia, cambia completamente l’inerzia del match. Al 55′ l’Italia accorcia le distanze con Melania Gabbiadini, sugli sviluppi di un corner battuto da Cernoia. 3 minuti dopo l’attaccante del Verona va vicinissima alla doppietta, ma trova un intervento miracoloso del portiere avversario. La compagine del Bel Paese si ritrova come per incanto e diventa padrona del campo. Ci provano senza successo Manieri, Panico, e Girelli. Al 79′, poi, arriva il pari firmato dal capitano Patrizia Panico. Sul 2-2 la partita è sostanzialmente finita, con l’Ucraina che si rende artefice di una reazione sterile e perde anche la testa con Pekur, espulsa dopo due ammonizioni comminate in 5 minuti.

L’Italia, dunque, strappa una qualificazione soffertissima, ma quanto mai meritata, anche in considerazione della gara d’andata. Ora tra il 22 ed il 27 novembre la doppia sfida con la vincente tra Olanda e Scozia (all’andata le orange si sono imposte 2-1 in trasferta) che assegnerà il pass per un Mondiale da cui il calcio femminile nostrano manca dal 1999. Il sogno continua…

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook

Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo

Clicca qui per seguirci su Twitter

federico.militello@olimpiazzurra.com

Foto: Profilo FB Patrizia Panico

WEB TV

Lascia un commento

scroll to top