Boxe, Europei Youth: passano Arecchia e Lizzi, un pugile picchia l’arbitro (VIDEO)

Boxe-Vincenzo-Arecchia-FPI.jpg

La giornata odierna dei Campionati Europei Youth di boxe dilettantistica maschile è stata a dir poco movimentata, e per diverse ragioni. Innanzi tutto, sul ring hanno combattuto quattro rappresentanti azzurri, di cui due sono riusciti ad accedere ai quarti di finale.

Vincenzo Arecchia (64 kg), già bronzo mondiale e campione alle olimpiadi giovanili di Nanjing, ha rispettato il pronostico battendo il pur ottimo moldavo Vladislav Tugui, già plurimedagliato tra gli junior, per 2-1 (29-28, 30-27, 27-30), guadagnandosi il diritto di sfidare il rumeno Claudiu Dobondi Sorin al prossimo turno. Ad imitarlo, ci ha pensato Vincenzo Lizzi (69 kg), che ha impiegato appena un round per infliggere un KO tecnico l’armeno Tigran Melkonyan: il suo prossimo avversario sarà l’inglese Reuben Arrowsmith, campione di Gran Bretagna. Ricordiamo che per i quarti di finale, che si terranno domani, è già qualificato Giovanni Sarchioto (75 kg), che sfiderà il francese Louis Toutin, già campione continentale junior lo scorso anno, per un posto sul podio.

Note meno positive sono arrivate, invece, da Marco Amoroso (52 kg), battuto, anche se solamente per 2-1, dal bulgaro Daniel Arsenov. Più netta e prevedibile la sconfitta di Vincenzo Colella (56 kg), superato per 3-0 (29-27, 30-24, 30-26) dallo slovacco Michal Takacs.

La scena più incredibile ed incresciosa, però, davanti all’attonito pubblico della Dom Sportova di Zagabria, l’ha regalata un atleta di casa, Vido Loncar: il croato, dopo aver perso l’incontro per KO tecnico su decisione dell’arbitro in favore del lituano Algirdas Baniulis, ha preso a pugni l’arbitro, stendendolo al suolo e continuarlo a colpirlo fino a quando qualcuno non è riuscito a trascinarlo per i piedi fuori dal ring. Arrestato, andrà incontro ad una squalifica a vita.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Immagine: FPI

giulio.chinappi@olimpiazzurra.com

WEB TV

Lascia un commento

scroll to top