Basket, SerieA: le favorite per lo Scudetto

basket-marshon-brooks-milano-fb-olimpia-milano.jpg

In questo fine settimana scatta la SerieA del nostro campionato di basket e dunque andiamo ad analizzare quali saranno le possibili favorite per lo Scudetto. Tre squadre in particolare dovrebbero lottare la vittoria finale, con i campioni in carica di Milano che dovranno stare attenti alla solita Sassari e ad una nuova ed ambiziosa Reggio Emilia.

EA7 EMPORIO ARMANI MILANO: La favorita numero uno per la vittoria dello Scudetto e per bissare il titolo della passata stagione. L’EA7 è cambiata dopo le partenze di Langford, Jerrells e Lawal e gli arrivi di Brooks, Ragland e Kleiza e la sconfitta in Supercoppa ha mostrato che la squadra deve ancora formarsi completamente e che bisogna trovare nuovi automatismi. Anche l’anno scorso l’Olimpia non ebbe un grande inizio e poi sappiamo tutti come è andata a finire in campionato ed in Europa.
Proprio l’Eurolega è il grande obiettivo di Milano, che punta assolutamente alle Final Four. Dal mercato sono arrivati giocatori importantissimi come MarShon Brooks, in NBA con Nets, Celtics e Lakers, che ha già dimostrato di avere tantissimi punti nelle mani, o come Linas Kleiza, che ha avuto un impatto impressionante con il nostro campionato nelle due partite di Supercoppa. Banchi dovrà essere bravo a trovare l’equilibrio in una squadra con tante stelle, perchè non vanno certo dimenticati Alessandro Gentile, Daniel Hackett (che giocherà solo in Europa per i primi sei mesi), David Moss e il nuovo arrivato Ragland. Sulla carta non c’è confronto per roster con le altre formazioni del nostro campionato, ma bisogna sempre scendere in campo e giocarsela fino alla fine e Milano tutto questo lo ha vissuto la passata stagione arrivando fino ad un’indimenticabile gara7 con Siena.

 

BANCO DI SARDEGNA SASSARI: Fresca vincitrice della Supercoppa 2014 (prima volta nella storia della società sarda), ha già lanciato un chiaro segnale all’Olimpia di come la Dinamo sia la principale rivale dei campioni in carica per lo Scudetto. In Sardegna si è rivoluzionato tutto dopo il doppio addio ai cugini Diener, ma il presidente Sardara e il suo staff hanno fatto le cose per bene ed hanno regalato a Meo Sacchetti un roster di ottima qualità. La stella è senza dubbio Jerome Dyson, reduce da una grande stagione a Brindisi e in Supercoppa è stato il migliore, regalando con i suoi canestri la vittoria a Sassari. Sempre nel reparto piccoli sono arrivati Edgar Sosa e David Logan, il primo play esplosivo e creativo mentre il secondo una guardia esperta e che ha calcato i parquet più importanti d’Europa. Anche a livello di lunghi si è cambiato molto e si è puntato come centri su Marco Cusin e Shane Lawal, mentre tra le ali spiccano Jeff Brooks (l’anno scorso a Caserta), Miroslav Todic e Rakim Sanders.
In questa stagione ci sarà poi la novità dell’Eurolega ed è una prima volta per il Banco di Sardegna. Sarà dunque molto importante gestire al meglio il doppio impegno, che può davvero diventare logorante. Le ambizioni europee di Sassari non sono quelle di Milano, ma l’obiettivo è quello di provare a raggiungere le Top16 in un girone comunque complicato.

 

GRISSIN BON REGGIO EMILIA: Squadra ambiziosa e che vuole lottare per lo Scudetto,come dimostra il mercato svolto e i giocatori acquistati. Il primo nome che balza all’occhio è quello di Drake Diener, soffiato all’ultimo a Milano e arrivato in Emilia da MVP della passata stagione e a rinforzare un gruppo composto da tanti giocatori esperti e da molti giovani italiani pronti alla definitiva esplosione. Partiamo proprio dagli azzurri e probabilmente Reggio Emilia è la squadra ce il ct Simone Pianigiani dovrà seguire maggiormente in questa stagione, vista la presenza di Andrea Cinciarini, Amedeo Della Valle, Achille Polonara e Riccardo Cervi, tutti e quattro, chi più chi meno, in lizza per un posto agli Europei del prossimo anno.
Oltre al blocco azzurro c’è quello lituano formato da Rimantas Kaukenas e dai due gemelli Lavrinovic: il primo acquisto è stato quello di Darius, alla prima esperienza nel campionato italiano, ma un infortunio lo terrà fuori dal campo per un paio di mesi e quindi chi meglio di Ksistof poteva sostituirlo, ma non è ancora certo se l’ex Siena rimarrà comunque in maglia Reggio Emilia anche dopo il ritorno del fratello.
L’anno scorso è arrivato il fantastico successo in EuroChallenge, mentre in questa stagione ci sarà l’Eurocup, ma Reggio ha già dimostrato di poter combinare i due appuntamenti e il roster è stato allungato e reso più forte per fronteggiare eventuali fatiche ed infortuni.
A Reggio c’è davvero tutto quello che serve per vivere una stagione memorabile.

 

 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook

Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo

Clicca qui per seguirci su Twitter

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina sul Basket

foto da pagina FB Olimpia Milano

twitter Andre_Ziglio

andrea.ziglio@olimpiazzurra.com

Lascia un commento

Top