Show Player

Pattinaggio Artistico: Rodeghiero prima europea, bene tutti gli azzurri al Lombardia Trophy



Dal 18 al 21 Settembre presso il palazzetto del ghiaccio di Sesto San Giovanni (MI) si è tenuta una nuova edizione del Lombardia Trophy.

Tra le juniores, terza posizione con 113.50 per l’ottima Micol Cristini, che in questa stagione ha già partecipato al Grand Prix di categoria a Ljubjana: l’azzurra, nonostante una caduta, è riuscita ad imporsi sulla francese Nadjma Mahamoud, alla fine ai piedi del podio. Oro per l’australiana Kailani Craine con 128.22, mentre la coreana Eunsu Yoon si porta sul secondo gradino con 125.63. Martina Manzo e Martina Rota si collocano all’undicesimo e al sedicesimo posto.

Loading...
Loading...

Matteo Rizzo riesce a rimontare dalla quarta alla seconda posizione grazie al primo libero: l’atleta del Bel Paese ha ottenuto il buon punteggio di 138.25. Si conferma sulla vetta del podio il francese Kevin Aymoz con 142.50. Invece il ceco Petr Kotlarik arriva terzo con 135.70.  Carlo Vittorio Palermo, Adrein Bannister e Simone Cervi si classificano rispettivamente in quarta, sesta e settima posizione.

Renata Oganesian e Mark Bardei vincono la gara juniores delle coppie di artistico con 135.20 punti. Secondo posto per gli azzurri Irma Caldara e Edoardo Caputo con 83.30, bronzo per gli australiani Eliza Smyth e Jordan Dodds.

Fantastica Roberta Rodeghiero, che riconferma la grande crescita dell’anno passato, quando aveva conquistato l’undicesimo posto al Campionato continentale: la ventiquattrenne del club Sesto Ice Skate raggiunge un buon quarto posto con 150.94. Da notare che l’allieva di Franca Bianconi è la prima pattinatrice europea in classifica e inoltre è anche riuscita a raggiungere il minimo tecnico per poter partecipare ai prossimi Campionati europei e mondiali. La giapponese Satoko Miyahara mette al collo la medaglia più prestigiosa con 183.90. Completano il podio le due americane Hannah Miller e Angela Wang rispettivamente con 170.26 e 160.25.

Richard Dornbush, classe 1991, vince la competizione con 237.28, davanti al campione giapponese Takahito Mura con 235.79 e al russo Adian Pitkeev.

Argento per la coppia azzurra, formata da Bianca Manacorda e Niccolò Maci: i campioni nazionali juniores risalgono di una posizione rispetto al corto e portano così a casa un bel argento con 132.80. Gli americani Haven Danney e Brandon Frazier si collocano primi con 157.80. Terza posto il nuovo duo russo: Vera Bazarova, che prima pattinava con Yuri Larionov, e Andrei Deputat  si sono dovuti accontentare del bronzo con 130.40 a causa di diverse imprecisioni e cadute nel libero.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook

Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo

Clicca qui per seguirci su Twitter

eleonora.baroni@olimpiazzurra.com

Foto: Luca Renoldi www.lucarenoldiphoto.com

 

 

 

Loading...

Lascia un commento

scroll to top