Canottaggio, Europei Belgrado: Italia a caccia di conferme

Comincia domani l’anno uno del nuovo corso La Mura-Abbagnale. Dopo gli antipasti in Coppa del mondo e al Memorial d’Aloja, la nazionale italiana cercherà di migliorare l’edizione continentale dello scorso anno quando arrivarono cinque medaglie. Ci si attende molto soprattutto dai doppi: dai senior Fossi-Battisti e Di Costanzo-Castaldo ai pesi leggeri Milani-Sancassani e Ruta-Micheletti. Tutti equipaggi rodati che punteranno a salire sul podio nel bacino dell’Ada Ciganlija.

Diversa la situazione nelle barche lunghe, ancora in fase sperimentale e alle prese con qualche infortunio. Nel quattro senza, Matteo Lodo sarà sostituito da Cesare Gabbia, atleta classe 1992 della Canottieri Sampierdarenesi. Per il resto confermati i tre titolari Paolo Perino, Mario Paonessa e Giuseppe Vicino.

Si punta sull’esperienza nel quattro di coppia maschile; out Simone Venier, il quartetto sarà composto dai veterani Luca Agamennoni (1980), Matteo Stefanini (1984), Simone Raineri (1977) e dal giovane Gabriele Cagna (1990).

Sciolti i dubbi anche nel quattro senza pl (clicca qui per l’approfondimento) dove Martino Goretti ed Elia Luini faranno coppia con Armando Dell’Aquila e Livio La Padula. Stefano Oppo e Paolo Di Girolamo gareggeranno invece nel due senza.

Rispetto allo scorso anno Sara Bertolasi prenderà il posto di Sara Magnaghi nel quattro di coppia che vede la conferma di Alessandra Patelli, Laura Schiavone e Gaia Palma. La Magnaghi gareggerà nel doppio senior insieme a Veronica Paccagnella. Nessuna novità invece nel due senza con le collaudate Gaia Marzari e Beatrice Arcangiolini ai nastri di partenza. Per quanto riguarda le ammiraglie da segnalare la presenza nell’otto maschile di Vincenzo Abbagnale, figlio del bicampione olimpico Giuseppe.

I convocati azzurri 

Edizione da record a Belgrado

La squadra britannica

Europei: programma e orari

Foto: Federazione Italiana Canottaggio

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook

Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo

Clicca qui per seguirci su Twitter

francesco.drago@olimpiazzurra.com

Leggi tutte le notizie di oggi su OA Sport

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Canoa slalom, Europei Vienna 2014: programma e orari

Canoa slalom, Europei Vienna: tante frecce per l’Italia