Freccia Vallone, gli outsider: Gerrans e Kwiatkowski per battere Gilbert

oa-logo-correlati.png

Dopo aver analizzato i favoriti (clicca qui per l’articolo), è arrivato il momento di andare a verificare quali corridori potranno rivelarsi come sorprese nella seconda classica delle Ardenne, la Freccia Vallone che si disputerà mercoledì 23 aprile. Decisivo nelle ultime edizioni il muro di Huy e colui che riuscirà a fare la differenza sulle aspre pendenze di questo strappo quasi sicuramente riuscirà ad aggiudicarsi la corsa.

Un punto di riferimento sarà certamente Michal Kwiatkowski, quinto domenica nella Amstel Gold Race. Il polacco della Omega Pharma Quickstep, quest’anno vincitore delle Strade Bianche, ha ben figurato nella Tirreno-Adriatico e nel Giro dei Paesi Baschi, dimostrando che può giocarsela anche in questo tipo di percorsi. Si potrebbe dire lo stesso per il belga Jelle Vanendert, corridore della Lotto-Belisol, secondo nell’Amstel e proverà a fare la differenza sulle pendenze del muro di Huy. In condizione anche il campione australiano Simon Gerrans, corridore della Orica Greenedge, a suo agio su questi strappi. Molte le carte azzurre da tenere d’occhio: sebbene la Lampre non abbia ben figurato nella prima classica olandese, bisogna comunque tenere d’occhio Diego Ulissi, dopo un inizio di stagione promettente, ha faticato a trovare la migliore condizione e per questo motivo potrebbe diventare un punto d’appoggio per il portoghese Alberto Rui Costa o per Damiano Cunego, recentemente tra i migliori nel Giro dei Paesi Baschi. Vincenzo Nibali e Enrico Gasparotto quasi sicuramente proveranno ad affinare le armi in vista della Liegi, infine occhio al colombiano Carlos Betancur, che in passato ha dato spettacolo nel finale.

Foto: pagina Fb Orica Greenedge

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook

Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo

Clicca qui per seguirci su Twitter

nicolo.persico@olimpiazzurra.com

Twitter: @nvpersie7

Facebook: nvpersie7

WEB TV

Lascia un commento

scroll to top