Canottaggio, Memorial D’Aloja: i primi risultati da Piediluco, Milani-Sancassani seconde

Piediluco – La prima giornata di finali del 28° Memorial Paolo d’Aloja si chiude con l’ottima prova del due senza senior di Matteo Castaldo e Marco Di Costanzo, capace di mettersi alle spalle equipaggi quotati come quelli di Grecia, Spagna e Sudafrica. Concorrenza sicuramente meno agguerrita ma una vittoria importante anche per il quattro senza di Paonessa, Perino, Vicino e Abagnale. L’equipaggio per 3/4 identico a quello arrivato quarto lo scorso anno ai mondiali coreani (mancava Lodo sostituito da Abagnale), ha preceduto Spagna 2 e Spagna 1. Seconda e terza piazza invece per i quattro di coppia formati da Agamennoni, Mumolo, Venier e Raineri e da Evangelisti, Garibaldi, Laino e Montrone. L’oro è andato alla Lituania di Galisanskis, Lapatiukas, Jancionis e Adomavicius. Vittoria baltica anche nel doppio senior grazie ai vicecampioni mondiali Mascinkas e Ritter. Senza Fossi e Battisti, i migliori azzurri al traguardo sono stati Davide Babboni e Gabriele Cagna, quinti.

Nei pesi leggeri manca il podio il doppio Ruta-Micheletti, battuto anche dall’altro equipaggio azzurro formato da Marcello Miani e Francesco Pegoraro. La vittoria è andata al duo greco Konsolas-Giannaros che ha terminato davanti ai sudafricani Smith-Thompson. Successi italiani nel quattro senza con Luini, Goretti, Oppo e Di Girolamo e nel due senza con Di Seyssel e Gravina.

In campo femminile balza subito all’occhio la seconda piazza di Laura Milani (non al meglio) ed Elisabetta Sancassani nel doppio pesi leggeri. Il duo delle Fiamme Gialle è stato preceduto dal Sudafrica di McCann-Grobler. Ori invece per il doppio senior di Laura Schiavone e Gaia Palma e per il quattro di coppia formato sempre da Schiavone e Palma e da Alessandra Patelli e Sara Bertolasi.

Per vedere tutti i risultati clicca qui.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook

Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo

Clicca qui per seguirci su Twitter

francesco.drago@olimpiazzurra.com

Leggi tutte le notizie di oggi su OA Sport

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Lascia un commento

Canottaggio: primo esame per l’Italia al 28° Memorial D’Aloja

Canottaggio, Memorial D’Aloja: pronto riscatto dei pesi leggeri azzurri