Volley, Europei 2013: le pagelle di Italia-Olanda

oa-logo-correlati.png

Ieri sera l’Italia batteva l’Olanda e si qualificava per i quarti di finale degli Europei 2013 di volley da giocare contro la Finlandia (oggi pomeriggio, ore 17.00). Di seguito le pagelle degli azzurri scesi in campo.

 

NUOVO MODULO: 7. Vettori opposto e Zaytsev di banda per colmare l’infortunio di Savani. L’esperimento fallisce per il primo set, dove l’Italia fatica a ingranare. Poi gli azzurri si riprendono e sfruttano al meglio la novità. Si sta facendo di necessità virtù e potrebbe essere un’ottima strada per il futuro.

 

LUCA VETTORI: 7,5. Fatica tantissimo nel primo parziale, quando fallisce in precisione e viene spesso murato dagli avversari (4 stampatone in faccia e 3 errori totali). Riesce poi a riprendersi, affina la mira e quando sale in cattedra l’Italia cambia faccia, toglie la maschera e va via in scioltezza. Chiude con 20 punti (top scorer) e il 47% in attacco.

 

THOMAS BERETTA: 7,5. Il giovane centrale trova un grandissimo pomeriggio: come sempre, quando è in giornata, è scatenato e nessuno lo ferma. Si spera che non crolli oggi pomeriggio nella Finlandia: la discontinuità è uno dei suoi grandi difetti. Stratosferico con sei muri, 12 punti totali, 55% in fase offensiva, due soli errori. Numeri da ripetere! Assolutamente.

 

IVAN ZAYTSEV: 6,5. Fatica tantissimo nel ruolo non suo di schiacciatore. Disabituato ad usare la ricezione, si ferma a un modesto 45% di positiva e addirittura un 15% di perfetta. Quando, però, deve tirare giù il suo braccio armato non ce n’è per nessuno: 17 punti, agonismo a mille, solita grinta da campione, faro della Nazionale.

 

SIMONE PARODI: 4. Giornata davvero nera per il martello. Fatica a trovarsi senza capitan Savani e colpisce a salve. Attacchi deboli e imprecisi gli regalano solo cinque misuri punti con un mediocre 20% in attacco…Occorrerà ritrovarsi perché contro la Finlandia e in semifinale servirà essere al meglio e concretizzare molto di più.

 

EMANUELE BIRARELLI: 7. Il 6-0 che matura all’inizio del terzo set sotto il suo servizio è il sigillo a un’eccellente partita, anche se poi viene dissipato. Questa volta è lui ad accompagnare Beretta sottorete, ma nel pomeriggio è forse ufficialmente nata una grande coppia di centrali su cui fare pieno affidamento, perfettamente rodata e performante. Per il Bira ci sono 10 punti (4 muroni).

 

DRAGAN TRAVICA: 6,5. Partita ordinata e tranquilla, ma un deciso passo in avanti nel trovare gli automatismi col nuovo modulo. Sollecita al meglio le sue bocche da fuoco ed escono tre set perfetti.

SALVATORE ROSSINI: 6,5. Replica bene alle bordate olandesi che si affievoliscono col procedere dell’incontro. Percentuali un po’ bugiarde su cui incede troppo un primo parziale difficile.

JIRI KOVAR, ANDREA GIOVI: S.V.

 

stefano.villa@olimpiazzurra.com

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook

Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo

Clicca qui per seguirci su Twitter

Lascia un commento

Top