Volley, Europei 2013: Italia, batti la Russia! Il titolo ti aspetta

oa-logo-correlati.png

Il grande giorno. Una meravigliosa e stoica Italia si è guadagnata la finale degli Europei 2013 di volley e oggi alle 18.00 (diretta su RaiSport e diretta scritta su Olimpiazzurra) ha un appuntamento con la storia. Tra gli uomini di Berruto e il settimo titolo continentale c’è “solo” la Russia, contro cui abbiamo vinto l’ultimo Europeo (nel 2005). Questo è il terzo atto conclusivo che giochiamo contro di loro: una sconfitta, una vittoria. Ora lo spareggio definitivo…

 

Partiamo indietrissimo nei pronostici, inutile negarlo: i campioni olimpici sono una corazzata praticamente imbattibile, solida in tutti i fondamentali, fondata su un sestetto perfetto che commette pochissimi errori. Servizio e muro sono due dei punti forti di uno squadrone fenomenale, Muserskiy è una stella magnifica.

Cosa deve fare l’Italia per tornare sul tetto d’Europa? Sbagliare poco, non andare in panico, essere concentrata. Sarà un incontro che si deciderà dal punto di vista psicologico. Poi arriverà anche la tecnica. Battere forte e precisi potrebbe essere una soluzione, ma servirà soprattutto una super prova difensiva e di ricezione contro le bombe russe: se si sfiancheranno i loro attaccanti, si rimetterà in parità l’incontro.

Per quanto riguarda il muro non abbiamo molte speranze. Loro sono altissimi e continui: scavalcarli diventa una missione impossibile. Servirà lavorare in anticipo e trovare delle varianti convincenti in attacco.

 

 

Il sogno è a un passo. Sarebbe un peccato interromperlo sul più bello. Dopo l’argento agli Europei 2011, il bronzo alle Olimpiadi di Londra 2012, dopo il terzo posto nell’ultima World League a questa Italia manca solo l’oro. Il titolo meritato per una squadra magnifica, che ha saputo uscire da mille difficoltà, che ha superato gli infortuni. Il successo per un gruppo plasmato da un immenso Mauro Berruto, vero artefice di una grande Nazionale.

 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook

Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo

Clicca qui per seguirci su Twitter

Lascia un commento

Top