Road to Sochi, Federica Sanfilippo: “Ho la testa per migliorare”

oa-logo-correlati.png

Oggi in esclusiva per Olimpiazzurra, avremo la possibilità di chiedere a Federica Sanfilippo, biatleta del Sudtirol classe 1990, le sue sensazioni alla vigilia della stagione invernale 2013/2014 e cosa si aspetta per il futuro.

Come valuti la tua prestazione ai campionati italiani estivi?

“Diciamo che sono contenta solo della sprint, visto che al poligono ho commesso un solo errore e per me è già un  buon risultato. Soprattutto ho fatto vedere a me stessa che sono capace di sparare. Non sono soddisfatta dell’inseguimento e non era per niente la mia giornata, sia sugli ski roll che al tiro”.

Al momento la squadra di Coppa del mondo prevede cinque atlete (Michela Ponza, Karin Oberhofer, Dorothea Wierer, Nicole Gontier e Alexia Runggaldier). Tu e le tue compagne più giovani avrete spazio nelle varie tappe? 

“Per iniziare la stagione mi concentro sulla IBU Cup, poi se vanno bene le prime gare mi concentrerò sulle gare piu impegnative”.

Come è il tuo rapporto con le tue colleghe biathlete?

“Il rapporto è molto buono con le altre ragazze. Soprattutto con Dorothea Wierer che da tanti anni posso definirla una buona amica e compagna di camera”.

L’obiettivo quest’anno è concentrato su Sochi. La tua preparazione è concentrata verso marzo o per fare bene fin da subito per cercare un posto in Coppa del Mondo?

“Certo un pensierino a Sochi lo faccio, ma come ho detto per me ogni gara quest anno e’ importante: se in Coppa Italia, IBU Cup o in Coppa del mondo, ogni gara la vorrei costruire e dare il massimo”.

Come è il tuo approccio al poligono? Sei soddisfatta della tua carabina e della tua percentuale al tiro?

“Al poligono devo lavorare ancora molto. Purtroppo non sono una cecchina, ma ho la testa per migliorare e l’ho fatto vedere lo scorso anno, dato che la mia percentuale e’ cresciuta al rispetto a due stagioni fa’. Quest’estate ho incominciato a sparare bene, anche se ogni tanto ho ancora delle giornate dove tutto va storto al poligono, ma non smetterò di lavorare, guardare in avanti e credere in me stessa”.

Quale tra le diverse gare (sprint, inseguimento e individuale) si addice di più alle tue caratteristiche?

“Direi che la Sprint è la “mia” gara, ma come ho visto la scorsa stagione anche nelle altre specialità posso fare bene”.

Quale pista preferisci tra quelle in cui hai gareggiato?

“Non ho delle piste preferite: quelle che si adattano meglio alle mie caratteristiche sono quelle che presentano tante salite”.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook

Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo

Clicca qui per seguirci su Twitter

nicolo.persico@olimpiazzurra.com

Twitter: @nvpersie7

Facebook: nvpersie7

Tag

Lascia un commento

Top