Ginnastica, Mondiali: lo shock di un’Italia tutta infortunata!

oa-logo-correlati.png

Un’ecatombe di infortuni. Questo è il risultato di una grande iella che si è abbattuta sulla ginnastica artistica italiana al femminile in questo 2013.

Ieri mattina è scattato il collegiale pre-mondiale che porta all’incontro internazionale di sabato prossimo contro la Germania e mancavano addirittura tre olimpiche di Londra 2012 tra le ragazze che si sono presentate al PalAlgeco di Brescia. Tre quinti (quindi il 60%) della spettacolare formazione che ci ha regalato uno spettacolare settimo posto a cinque cerchi, non potrà vestire il body azzurro ad Anversa!

 

Enrico Casella ha dovuto, nell’ordine, fare a meno di Erika Fasana, Giorgia Campana, Elisabetta Preziosa.

La comasca non è mai riuscita a recuperare dall’infortunio alle tibie che si è manifestato poco dopo i Giochi Olimpici: la frattura da stress si è riaperta poco prima dell’estate e non le ha lasciato scampo (clicca qui per saperne di più).

 

La romana, dopo una stagione meravigliosa (forse l’azzurra più in forma in assoluto), è incappata in una brutta caduta dalle parallele asimmetriche mentre provava il suo amato Jaeger. Il gomito sinistro ha fatto crac e si è resa necessaria una ingessatura da tenere per circa 3 settimane. Cliccate qui per saperne di più.

 

E l’altro giorno, quando sono state diramate le convocazioni di Casella, è saltata fuori anche la situazione della Preziosa visto che era a sorpresa assente dal listone diffuso dal nostro Direttore Tecnico. La saronnese era reduce da dei Giochi del Mediterraneo in cui non aveva particolarmente brillato, ma nell’aria c’era il sentore che non stesse al top fisicamente. Ci ha poi pensato la stessa ginnasta a dare la conferma ufficiale del suo stato di salute attraverso la sua Fan Page ufficiale di Facebook (Preziosini fan club): “Non sono stata convocata perché sono infortunata. Mi fa male il ginocchio e non posso né saltare né correre”.

 

Dunque: un gomito, un ginocchio, le tibie. Le abbiamo davvero di tutti i colori. E se ci aggiungiamo l’annoso problema al tendine di Vanessa Ferrari, quest’anno infortunatasi anche al piede con conseguente difficoltà agli Europei… Un’Italia quasi tutta infortunata ma che, sicuramente, riuscirà a ritrovare le proprie forze e a rimettersi in carreggiata.

 

Intanto a Brescia prosegue il lavoro delle undici convocate per il collegiale che si concluderà venerdì, alla vigilia del Trofeo Massucchi contro la formazione teutonica.

 

stefano.villa@olimpiazzurra.com

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook

Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo

Clicca qui per seguirci su Twitter

 

WEB TV

One Reply to “Ginnastica, Mondiali: lo shock di un’Italia tutta infortunata!”

  1. Luca46 ha detto:

    Che disdetta, non c’è pace per la ginnastica

Lascia un commento

scroll to top