Europei basket 2013: c’è la Slovenia. Può valere già i quarti

oa-logo-correlati.png

Dopo due giorni di riposo torna in campo l’Italia nella prima sfida della seconda fase degli Europei di basket. Alle 21.00, con diretta su Rai Sport1, gli azzurri sfideranno i padroni di casa della Slovenia, in un match che potrebbe già valere un posto nei quarti di finale. Infatti in caso di successo italiano, la nostra nazionale salirebbe a quota sei punti in classifica, punteggio quasi sufficiente per l’accesso tra le prime otto. Fattore decisivo è l’approccio della gara dei ragazzi di coach Simone Pianigiani, che si troveranno davanti un’arena gremita e pronta a spingere i nostri avversari alla vittoria.

Un ostacolo in più per Belinelli e compagni, che dovranno tenere d’occhio soprattutto Goran Dragic. Il play dei Phoenix Suns è stato il migliore fino ad ora degli sloveni con circa quattordici punti di media a partita. Una squadra che presenta anche alcune conoscenze del nostro campionato come Jaka Lakovic, play della Sidigas Avellino e Bostjan Nachbar, visto in Italia con la maglia di Treviso.
Sarà una Slovenia agguerritissima, perchè perdere oggi potrebbe mettere già mettere a rischio la loro permanenza nel torneo e poi i padroni di casa devono dare un segnale forte dopo le due sconfitte con Croazia e Polonia nelle ultime due gare del girone.

In conferenza stampa Pianigiani si è soffermato sul nostro avversario odierno: “E’ impossibile scindere l’aspetto tecnico da quello ambientale; saranno spinti da un’intera Nazione e alla Stozice Arena ci saranno 13.000 persone scatenate a tifare per loro. In questo senso il discorso tecnico va inquadrato anche con l’impatto emotivo che i giocatori vorranno sicuramente trasformare in aggressività per 40 minuti. Detto questo la Slovenia gioca con un’intensità pazzesca, con una pressione difensiva che tende a stritolare e soffocare gli esterni avversari. Tutta questa energia viene trasformata in corsa, attacco e movimento continuo, per non parlare dei rimbalzi in attacco, dove vanno con molti giocatori. Fin troppo facile dire che per noi sarà di vitale importanza provare a rimanere aggrappati alla partita per poi arrivare, magari nel finale, a metter loro pressione quando arriverà il tempo delle giocate importanti. Contro di loro, in amichevole lo scorso 24 agosto, abbiamo vinto tre quarti su quattro, prendendo però nel secondo il break che in definitiva ha segnato il match. Sarà bello giocare in un clima come quello che troveremo domani sera e anche ai giocatori piace vivere occasioni di questo genere. Mi spaventano di più gare come ad esempio le prime di Coppa Italia, quando sugli spalti ci sono poche persone, perlopiù addetti ai lavori, e non si vive una grande atmosfera. Con lo spirito giusto che ci ha contraddistinto finora rimaniamo umili e concentrati per reggere l’impatto fisico ed emotivo che troveremo”.

 

Il roster completo della Slovenia


4 Slokar Uros (’83, 210, PF/C, Gran Canaria – SPA)
5 Lakovic Jaka (’78, 186, PG, Sidigas Avellino)
6 Balazic Jure (’80, 204, F, Tofas – TUR)
7 Joksimovic Nebojsa (’81, 193, G, Union Lubiana – SLO)
8 Muric Edo (’91, 201, F, Krka – SLO)
9 Blazic Jaka (’90, 196, G, Crvena Zvezda – SRB)
10 Nachbar Bostjan (’80, 207, PF, Regal Barcelona – SPA)
11 Dragic Goran (’86, 190, PG, Phoenix Suns – USA)
12 Dragic Zoran (’89, 196, S, Unicaja Malaga – SPA)
13 Lorbek Domen (’85, 198, S, Krka – SLO)
14 Vidmar Gasper (’87, 211, PF/C, Besiktas – TUR)
15 Begic Mirza (’85, 217, C, Olympiacos – GRE)

Coach: Bozidar Maljkovic

 

 

andrea.ziglio@olimpiazzurra.com

foto tratta da fibaeurope.com

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook

Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo

Clicca qui per seguirci su Twitter

Lascia un commento

Top