Eurobasket 2013: grande occasione per la Lituania, storica Croazia

Basket-Mantas-Kalnietis.jpg

Oggi per gli Europei di basket di Slovenia 2013 andranno di scena le semifinali, che come sempre si svolgeranno all’Arena Stožice di Lubiana. Alle ore 17:45 scenderanno in campo Lituania e Croazia, mentre alle ore 21:00 toccherà all’attesa sfida tra Spagna e Francia.

Per la presentazione di Spagna-Francia clicca qui

La Lituania ha avuto la fortuna di ereditare dalla fase a gironi un tabellone piuttosto facile rispetto all’altra metà. Ai quarti di finale, come è noto, i baltici se la sono visti con l’Italia, sconfiggendola per 81-77, grazie soprattutto ad una grande prestazione di Mantas Kalnietis (17 punti, 7 rimbalzi, 5 assist) e di Renaldas Seibutis (17 punti con il 75% al tiro), che sono riusciti ad arginare un ottimo Marco Belinelli (22 punti e 2 stoppate). L’arma che la Lituania dovrà mettere in campo contro la Croazia sarà proprio quella della precisione del tiro, una delle specialità della squadra gialloverde, che può contare anche su ottimi tiratori dalla lunga distanza, come Martynas Pocius (3 su 3 dall’arco contro gli Azzurri).

I croati, a loro volta, hanno avuto la possibilità di affilare le proprie armi contro la cenerentola Ucraina, già contenta di essere arrivata a questo stadio della competizione. Con i suoi 23 punti, Krunoslav Simon è stato il vero mattatore dell’incontro, terminato 84-72 per la Croazia. Importante anche il contribuito del solito Roko Ukić (9 punti e 5 rimbalzi), mentre Dontaye Draper è stato autore di una delle sue migliori partite del torneo (6 punti, ma 6 assist e 4 palle rubate). A poco è servita l’ottima prestazione di Eugene Jeter (19 punti e 6 assist) per gli ucraini, con Sergij Gladyr che ha anche sfiorato la doppia doppia (13 punti e 9 rimbalzi).

Storicamente, i lituani sono più abituati ai grandi palcoscenici, basta pensare solamente ai tre titoli europei, ma mancano dalle semifinali della rassegna continentale dal 2007: la grande delusione fu nel 2011, quando i baltici ospitarono il torneo ma chiusero solo quinti. Mentre le due big, Francia e Spagna, si sfidano dall’altra parte del tabellone, per la Lituania c’è la possibilità di ritrovare addirittura la finale, dieci anni dopo il titolo in Svezia, quando vinsero tutte le sei partite disputate e sconfissero in finale proprio la Spagna.

La Croazia sembra invece tornata ai fasti dei primi anni ’90, nei quali si concentrano tutti i podi mai ottenuti dalla nazionale a scacchiera bianco-rossa: bronzo europeo nel 1993, bronzo mondiale nel 1994 e di nuovo bronzo europeo nel 1995. Da allora, i migliori risultati per i croati sono stati due sesti posti, ottenuti agli Europei del 2007 e del 2009. Diciotto anni dopo l’ultima volta, quindi, la Croazia si ritrova a flirtare con il podio, ma per salirvi dovrà fare una grande partita contro la Lituania, visto che poi, se dovesse perdere, nella finale per il terzo posto si ritroverebbe contro la sconfitta di Francia-Spagna, che rappresenterebbe un’impresa ancora più ardua. E, se fosse finale, per i croati sarebbe il miglior risultato di sempre.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo

Clicca qui per seguirci su Twitter

giulio.chinappi@olimpiazzurra.com

 

WEB TV

Lascia un commento

scroll to top