Coppa Davis, il punto sulla finale e sulle possibili avversarie dell’Italia nel 2014

oa-logo-correlati.png

La Serbia per il bis, la Repubblica Ceca per la terza insalatiera d’argento, la seconda consecutiva: l’atto finale della Coppa Davis vedrà di fronte le due squadre che punteranno a scrivere nuovamente il loro nome nella storia della competizione.

Dal 15 al 17 novembre Belgrado diventerà un catino infernale per sospingere Djokovic, Tipsarevic ed il doppio Bozoljac/Zimonjic verso il secondo successo dopo quello storico del 2010 contro la Francia.

Sull’altro fronte Tomas Berdych, Radek Stepanek, Lukas Rosol e Jiri Vesely saranno molto probabilmente i quattro designati dal capitano ceco Navratil per bissare la vittoria dello scorso anno ottenuta contro una Spagna priva di Nadal.

Ma mercoledì a Londra alle ore 12 italiane, scopriremo anche quale sarà il primo turno del World Group della Coppa Davis 2014: gli azzurri non dovrebbero essere tra le teste di serie e dovranno riscattare l’eliminazione nei quarti subita dal Canada. Nel lotto delle possibili otto avversarie ci sono: Serbia, Spagna, Repubblica Ceca, Stati Uniti, Francia, Canada, Argentina e Kazakistan, mentre completano la lista delle altre sette nazioni inserite nel World Group l’Olanda, Gran Bretagna, Svizzera, Germania, Australia, Giappone e Belgio.

Questo il dettaglio delle possibili avversarie dell’Italia (tra parentesi casa o trasferta):

SERBIA (casa): Djokovic e Tipsarevic a parte, evitare la finalista 2013 non sarebbe male.
SPAGNA (casa): la bestia nera degli azzurri con il rientrante Nadal fa paura.
REPUBBLICA CECA (casa): finalista di questa edizione e squadra quadrata e temibile.
STATI UNITI (casa): affrontati sulla terra e tra le mura amiche fanno meno paura.
FRANCIA (casa): il derby d’Oltralpe manca dagli anni d’oro dell’era Gaudenzi-Furlan-Nargiso ed è sempre una sfida aperta ad ogni risultato.
CANADA (casa): riscattare l’eliminazione di quest’anno in casa sarebbe una bella molla per Fognini e compagni che sulla terra possono mettere in difficoltà Raonic e soci.
ARGENTINA (trasferta): incognita trasferta e di superficie, ma con la Seleccion la sfida è ad armi pari.
KAZAKISTAN (sorteggio per definire la sede): affrontarli in casa è un conto, in trasferta il solito enigma legato ad avversari e superficie

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook

Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo

Clicca qui per seguirci su Twitter

Twitter @Giannoviello

Gianluigi.noviello@olimpiazzurra.com

Lascia un commento

Top