World Games 2013: Russia e Cina scavalcano l’Italia nel medagliere

Pattinaggio_Zanetti.jpg

Manca un solo giorno alla conclusione dei World Games 2013 di Cali, la grande manifestazione multisportiva che riunisce tutte le principali discipline non olimpiche. Ieri l’Italia ha ottenuto solo due bronzi, perdendo così la testa del medagliere complessivo. Ma andiamo con ordine.

Il primo podio della giornata di sabato è arrivato grazie alla canoa polo, dove la formazione italiana ha ottenuto il bronzo alle spalle di Germania e Francia, rispettivamente prima e seconda. Il terzo gradino del podio è arrivato grazie alla vittoria azzurra sull’Olanda, con il punteggio di 6-2, mentre nella tiratissima finale la Germania ha avuto la meglio per 5-4 sulla Francia.

Medaglia di bronzo anche per Erika Zanetti nel pattinaggio velocità. Nei 200 metri su strada, l’azzurra è stata preceduta solamente dalla cilena Maria Moya e dalla padrona di casa colombiana Yersi Puello Ortiz.

L’Italia conta così, al momento, 17 ori, 14 argenti e 18 bronzi, per un totale di 49 medaglie, che valgono il terzo posto del medagliere ad una giornata dalla conclusione della manifestazione. Oggi, infatti, si assegneranno gli ultimi 18 titoli.

Considerando anche gli sport a invito, il medagliere ha visto il “grande balzo in avanti” (parafrasando Mao Tse-Tung) della Cina, che conta ormai 19 ori, 7 argenti e 3 bronzi. La grande prestazione si deve ai tre ori dell’aerobica e alla pattinatrice Guo Dan, vincitrice della gara a eliminazione, ma soprattutto ai cinque ori arrivati dal wushu, uno sport a invito.

Volendo, invece, escludere queste ultime discipline, è la Russia a trovarsi in testa al medagliere. La spedizione russa ha infatti raccolto 17 ori, 24 argenti e 12 bronzi, per un totale di 53 medaglie, che la pongono in testa alla classifica dei podi totali davanti all’Italia. L’arrampicata sportiva si è rivelata un vero serbatoio per la Russia: al femminile è arrivata la tripletta con l’oro di Alina Gaidamakina, mentre tra gli uomini c’è stata “solo” doppietta, con il titolo che è andato a Dmitrij Timofeev.

Ancora bene la Francia, che colleziona 16 ori, 14 argenti e 13 bronzi (44 medaglie complessive). Valérie-Laurence Domergue è stata la miglior atleta di giornata per la spedizione dei Bleus, conquistando l’oro nel wushu (categoria sanda 60 kg).

I due ori della canoa polo, sia al maschile che al femminile, hanno rimpinguato anche il bottino tedesco, con la Germania che conta ormai 15 ori, 6 argenti e 9 bronzi. Seguono poi gli Stati Uniti, con 12 ori, tre argenti e cinque bronzi.

Nella top 10 troviamo anche l’Ucraina (8-11-10), la Colombia (7-10-10), la Gran Bretagna (6-6-3) e l’Ungheria (6-3-0), mentre resta di poco fuori il Giappone (6-1-4).

Nella giornata di ieri si sono concluse anche tutte le prove a invito, la cui classifica ha visto la vittoria dell’Ungheria (5-2-0) sulla Cina (5-1-1) e sull’Iran (4-0-0). L’Italia ha collezionato un argento e un bronzo nella canoe marathon, rispettivamente con il K2 ed il K1 femminile. Trenta Paesi hanno ottenuto almeno una medaglia in questi sport.

giulio.chinappi@olimpiazzurra.com

WEB TV

4 Replies to “World Games 2013: Russia e Cina scavalcano l’Italia nel medagliere”

  1. Luca46 ha detto:

    Giusta interpretazione, io credo che se si decide di far gareggiare degli atleti all’interno di una manifestazione debbano essere considerati allo stesso modo. Non ci sono sport di seria A e B. Grazie per la precisazione ma se posso chiederti un altra cosa: a livello statistico la federazione che organizza i giochi li considera come parte del medagliere oppure no?

    1. Giulio Chinappi ha detto:

      Solo per l’edizione corrente vengono prese in considerazione per stilare il medagliere totale, che è appunto quello che privilegio io, ma non vengono considerate a livello di statistiche storiche. La cosa è abbastanza contraddittoria, visto che i World Games nascono per riunire in un’unica vetrina gli sport non olimpici, ma poi operano delle differenziazioni anche tra questi.

  2. Giulio Chinappi ha detto:

    Sul sito ufficiale ci sono due medaglieri, se clicchi nella sezione dei risultati, uno per gli sport “ufficiali” e l’altro per gli sport a invito. Io ho deciso di considerare la somma dei due, in quanto mi sembra giusto tenere conto anche degli sforzi degli atleti delle discipline a invito, che non per questo sono inferiori, anche se poi cerco comunque di specificare, come nel caso della Cina, quante medaglie sono state conquistate negli sport a invito se questo porta a cambiamenti importanti delle posizioni nel medagliere.

  3. Luca46 ha detto:

    Nel sito ufficiale viene fatto un altro conteggio del medagliere. Li non tengono conto delle specialità ad invito?

Lascia un commento

scroll to top