Vuelta a España 2013: fuochi d’artificio azzurri?

oa-logo-correlati.png

Non solo Vincenzo Nibali: la Vuelta a España 2013, che scatterà tra meno di dieci giorni da Vilanova de Arousa, potrà contare su tanti italiani giunti alla corsa iberica in ottime condizioni.

Lo Squalo, appunto, non fa mistero di voler puntare alla vittoria finale, per celebrare la doppietta nello stesso anno del trionfo al Giro d’Italia: la sua condizione è sembrata in crescita alla Vuelta a Burgos e inoltre Vincenzo ci tiene particolarmente ad uscire con un’ottima gamba da queste tre settimane, per poter poi sparare le ultime cartucce stagionali all’ambitissimo Mondiale di Firenze. Con lui ci saranno, tra gli altri, Valerio Agnoli e Paolo Tiralongo, qualcosa in più di semplici gregari.

Ivan Basso, dopo essere stato dato per “morto”, ha dimostrato nell’ultimo mese di saper ancora pedalare con i migliori e la Vuelta è indubbiamente il suo obiettivo stagionale; non è impossibile immaginarlo sul podio finale, inoltre in casa Cannondale sarà scortato da un ottimo scalatore come Damiano Caruso.

Eros Capecchi avrà la grandissima occasione di essere il faro della Movistar, forse la più forte squadra spagnola: corridori come Valverde, Intxausti e Szmyd potrebbero essere a disposizione dell’aretino, qui chiamato alla prova del nove per dimostrare finalmente tutte le sue doti.

Ci si attende molto anche in casa Lampre-Merida: Michele Scarponi e Diego Ulissi capitaneranno i blufucsia con obiettivi chiaramente diversi, l’uno per la classifica generale, l’altro per qualche successo parziale.

Se persistono ancora dubbi sulla partecipazione di Alessandro Ballan, chi invece sarà sicuramente al via della Vuelta è Domenico Pozzovivo, un altro atleta in grado di puntare ai primissimi posti della graduatoria: in casa Ag2r, inoltre, ci sarà un Rinaldo Nocentini anch’egli apparso in crescita nelle ultime settimane di gara.

Completano la pattuglia azzurra-che chiaramente può ancora subire modifiche nei prossimi giorni-due “battitori solitari”: Cesare Benedetti, tra i più brillanti della NetApp nel corso della stagione, e lo sprinter Francesco Lasca, unico velocista azzurro che cercherà di regalare una grande soddisfazione alla piccola Caja Rural.

marco.regazzoni@olimpiazzurra.com

Seguici sulla nostra pagina Facebook e sul nostro gruppo

WEB TV

Lascia un commento

scroll to top