Vuelta 2013: pazzesco Tony Martin, ma vince Mørkøv

oa-logo-correlati.png

Incredibile finale nella sesta tappa della Vuelta 2013, 175 km verso Cáceres: il fuggitivo Tony Martin viene ripreso a 50 metri dall’arrivo, a sprint già lanciato, e vince il danese Michael Mørkøv (Saxo Bank).

Ma il trionfatore morale di giornata è, appunto,  Tony Martin. Il bicampione del mondo a cronometro, passista straordinario in grado di tenere le velocità più forsennate per decine di chilometri, prova il numero da lontano, più precisamente dal chilometro zero. Da solo, tuttavia, ha poche chance, ma quantomeno esenta la sua Omega Pharma da un pomeriggio di duro lavoro in testa al plotone: la media delle prime tre ore di corsa è 44 km/h, a testimonianza della sua incredibile impresa che si spegne, come detto, ad un passo dalla gloria. Fabian Cancellara, altra locomotiva di proporzioni immense, tira a tutta il plotone nell’ultimo chilometro, Mørkøv ne approfitta e va a vincere davanti a Maximiliano Richeze (Lampre) e all’elvetico della RadioShack. Martin fa in tempo a chiudere in settima piazza, mentre il primo degli italiani è Francesco Lasca, oggi dodicesimo: in classifica generale non cambia nulla.

Domani potrebbero esserci le condizioni per un terzo sprint, in attesa di riprendere a salire: 205.9 km tra Almendralejo e Mairena del Aljarafe

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

foto tratta da cyclingnews.com

marco.regazzoni@olimpiazzurra.com

Tag

Lascia un commento

Top