Pallamano, Giovine Italia: le speranze azzurre del futuro

oa-logo-correlati.png

Per la rubrica “Giovine Italia” quest’oggi OlimpiAzzurra vi propone i nomi di alcuni giovani prospetti della pallamano, che in futuro potrebbero regalarci delle gioie.

Partiamo da Francesco Rigante, classe 1993 alla sua prima stagione in serie A con la maglia del Città Sant’Angelo. Il terzino durante questa stagione si è ben distinto, risultando uno dei miglior marcatori del suo team. Il giovane azzurro è già nel giro della Nazionale Under 21.

Altro giovane italiano di buone speranze è Giacomo Sacco, ala classe 1993, milita tra le fila dell’Estense, dove si è distinto a suon di gol. Giacomo è in grado di ricoprire parecchi ruoli dell’attacco ed in difesa si sta mettendo in evidenza per le spiccate capacità di “guastatore” delle manovre avversarie per poi sfruttare la sua velocità in contropiede e grazie a queste qualità è stato convocato nella Nazionale Under 21.

Un trio di giovanissimi sta facendo bene in quel di TriesteKevin Anici, Michele Oveglia e Thomas Postogna. Kevin Anici ha vinto due titoli italiani under16 e nel 2009 e’ stato premiato come migliore terzino sinistro e come capocannoniere alle finali nazionali under16, poi ha vinto anche consecutivamente due titoli italiani Under 18. E’ in possesso di un tiro micidiale. Attualmente fa parte della Nazionale Under 21.  Michele Oveglia, figlio di Giorgio, uno dei più forti giocatori della pallamano italiana, ha già nel suo palmares due campionati nazionali under 16 e due under 18, da un paio d’anni ha esordito in A segnando anche gol importanti. Anche lui è nel giro dell’Under 21. Concludiamo con Thomas Postogna , giovane portiere che ben sta facendo con i triestini.

michelepio,pompilio@olimpiazzurra.com

foto tratta da sanvitohandball.blogspot.it

clicca qui per mettere “mi piace” alla nostra pagina Facebook

clicca qui per entrar a far parte del nostro gruppo di discussioni.

Tag

Lascia un commento

Top