Mosca 2013: Bolt non fa lo show! Vicaut sorprende, Dasaolu rischia

oa-logo-correlati.png

Batterie dei 100m ai Mondiali di atletica leggera che chiudono così la prima giornata di gare.

 

Usain Bolt è stranissimo. Niente show sui blocchi di partenza, non intrattiene il pubblico, viso tesissimo, smorfie di serietà. Che sia entrato in una nuova dimensione, forse addirittura al punto di cambiare “il personaggio”? Dopo la partenza falsa di Hyman, l’uomo più veloce del Mondo va via in totale scioltezza senza riscontrare grossi problemi, prima di chiudere in 10.07 lasciandosi andare.

 

Justin Gatlin è il primo uomo a scendere sotto i 10’’ sul suolo russo. Lo statunitense chiude in un ottimo 9.99, andando via di potenza com’è solito fare. Certo non è la miglior corsa che si possa vedere, ma calza a pennello per il suo fisico. E si candida seriamente a essere il rivale numero uno di Usain, dopo averlo sconfitto a Roma.

Pochi minuti dopo lo imita il connazionale Mike Rodgers che addirittura scende a 9.98 (miglior crono di giornata).

 

Jimmy Vicaut sorprende davvero in positivo ed è sembrato quello più in palla. Un frenatone negli ultimi dieci metri gli regala un 10.06: i margini sono ampissimi. Potrà davvero salire sul podio domani sera!

 

Alzi la mano chi si aspettava un cinese primo in batteria con uno strepitoso 10.04. Paimeng Zhang (non una sorpresa a dire il vero) ci riesce e realizza il nuovo record nazionale. Buon lanciato, spalla a spalla con il favorito James Dasaolu che non ci capisce niente.

 

Il britannico strappa un paio di volte, abbassa il picco di velocità, si ferma praticamente sulla linea del traguardo e chiude addirittura al quarto posto. Rischia l’eliminazione fino all’ultimo con il suo modesto 10.20, dopo che in stagione era addirittura volato a 9.91. Si prende l’ultimo posto utile per le semifinali grazie all’ultimo tempo di ripescaggio, salvato per un solo centesimo su Yamagata e ringraziando la squalifica di Hyman.

 

Kemar Bailey-Cole e Nesta Carter si coprono. Vincono rispettivamente la prima e la seconda batteria (10.02 il primo, 10.11 il secondo). In semifinale vedremo davvero il loro valore e se Nesta potrà seriamente contrastare Usain.

Lascia un commento

scroll to top