Mosca 2013: Bolt diventa un mito imbattibile, se stasera…

oa-logo-correlati.png

Dopo essere entrato nella storia dell’atletica leggera per essere stato il primo uomo a realizzare la doppietta 100m-200m in due edizioni diverse dei Mondiali di atletica leggera, Usain Bolt si appresta a diventare definitivamente mito.

Se il giamaicano stasera riuscirà a vincere (molto probabile che accada) la 4×100 insieme ai suoi connazionali, realizzerebbe un’infinita di record che mai nessuno si sarebbe immaginato in millenni di atletica leggera:

–                     Conquisterà l’ottavo titolo mondiale, eguagliando in classifica due miti come Carl Lewis e Michael Jonhnson.

–                     Diventerebbe l’atleta (maschio) più medagliato di sempre nella storia dei Mondiali, con 10 medaglie (8 ori, 2 argenti).

–                     Balzerebbe in testa all’ipotetico medagliere individuale dei Mondiali, superando i due miti per maggior numero di argenti.

–                     Contando anche il settore femminile, sarebbe il secondo medagliato di sempre dietro alla Ottey che conquistò 14 podi, ma solo tre ori.

–                     Realizzerebbe la fantastica Doppia Tripletta (100m-200m-4×100), replicando quanto già fatto nell’indimenticabile Berlino 2009: nessuno ci è mai riuscito.

–                     Completerebbe la Tripla Doppietta (100m e staffetta): Berlino 2009, Daegu 2011, Mosca 2013. Impresa mai riuscita.

–                     Compierebbe anche la Tripla Tripletta (200m e staffetta).

–                     Infilerebbe la quarta tripletta in carriera! Oltre alle due mondiali ci sono anche le due olimpiche di Pechino 2008 e Londra 2012. Mai nessuno ha dominato così a lungo.

–                     MAI battuto in pista da avversari tra Mondiali e Olimpiadi negli ultimi cinque anni! Solo a Daegu dovette lasciare lo scettro dei 100m per la sua partenza falsa.

–                     Per diventare definitivamente leggenda? Beh, serviranno i botti di fine carriera a Rio de Janeiro, magari accompagnati da quelli dei prossimi Mondiali.

WEB TV

Lascia un commento

scroll to top