Mosca 2013, 100m: Bolt comanda, Lemaitre in finale, Vicaut out


Semifinali dei 100m con qualche sorpresa verso l’attesissima finale delle 19.50 che terrà incollati al televisore tre miliardi di persone nel Mondo.

 

All’atto conclusivo parteciperanno: quattro giamaicani, due statunitensi, un britannico e un francese. Nel dettaglio: Usain Bolt, Nesta Carter, Nickel Ashmeade, Kemar Bailey-Cole, Mike Rodgers, Justin Gatlin, James Dasaolu, Christophe Lemaitre.

 

Usain Bolt si esime dagli show prima della partenza e si limita a sottolineare con le mani il suo nome sulla canotta. Non esce ottimamente dai blocchi e si fa fregare da Rodgers, ma poi va via in allungo e chiude in un ottimo 9.92 proprio davanti allo statunitense (9.93). Tra due ore ce lo aspettiamo sub 9.80 per il secondo titolo iridato della carriera.

 

Il migliore in assoluto è il connazionale Nickel Ashmeade che vince in apparente facilità la seconda batteria in 9.90 (personale) davanti all’altro isolano Kemar-Bailey Cole (9.93, personale).

Justin Gatlin ha un ottimo allungo, ma va troppo in difficoltà nei primi30 metri. Lo statunitense riesce a vincere la prima semifinale in 9.94, davanti a Nesta Carter che è sembrato il meno brillante del lotto (9.97).

 

Eliminato a sorpresa Jimmy Vicaut (terzo nella prima serie, 10.01) dopo un’eccellente batteria che lo proiettava assolutamente in finale. All’atto conclusivo ci entra così Christophe Lemaitre che stampa un 10 netto: il primo caucasico a sfondare la barriera (sette volte in carriera) riesce a fare il colpaccio. E pensare che non doveva nemmeno partecipare ai 100m. Gli farà compagnia anche James Dasaolu che riscatta i pasticci delle batterie e passa col primo tempo d ripescaggio (9.97).

Da annotare il roboante 10.00 del cinese Peimeng Zhang, al record nazionale e secondo viso pallido di sempre: solo dei millesimi di differenza nel spalla a spalla con Lemaitre lo estromettono dalla lotta per le medaglie.

Lascia un commento

scroll to top