Judo, Mondiali: resi noti i tabelloni, tante difficoltà per gli italiani

judo-Emane-Gwend-ksdparma.it_.jpg

Sono stati finalmente resi noti i tabelloni delle quattordici categorie individuali (maschili e femminili) che saranno protagoniste ai Campionati Mondiali di Rio de Janeiro, a partire da oggi. Vediamo quali sono stati gli esiti dei sorteggi, con particolare attenzione al tabellone degli italiani.

UOMINI

-60 kg
Amiran Papinashvili (Georgia), Amartuvshin Dashdavaa (Mongolia), Naohisa Takato (Giappone) e Felipe Kitadai (Brasile) sono le prime quattro teste di serie. Possibile quarto di finale tutto mongolo tra Dashdavaa e Boldbaatar Ganbat, mentre gli italiani sono assenti.

-66 kg
Altra categoria priva di italiani, ma molto densa. Tabellone accessibile per la testa di serie mongola Tumurkhuleg Davaadorj, mentre si profilano degli scontri di fuoco ai quarti di finale tra Cho Jun-Ho (Corea del Sud) e Lasha Shavdatuashvili (Georgia), ma anche tra David Larose (Francia) o Masashi Ebinuma (Giappone) ed il mongolo Miyaragchaa Sanjaasuren. Attenzione al talentuoso kazako Sergey Lim.

-73 kg
Enrico Parlati beneficerà di un pass al primo turno, e se la vedrà poi con uno tra Étienne Briand (Canada) e Hong Kuk-Hyon (Corea del Nord). I problemi arriveranno però nell’eventuale terzo turno, contro il forte Nyam-Ochir Sainjargal (Mongolia). Nello stesso quarto presente anche il giapponese Riki Nakaya. Andrea Regis partirà al secondo turno contro il russo Murat Kodzokov nel quarto di tabellone che vede impegnati sia il georgiano Zebeda Rekhviashvili (eventuale scontro proibitivo con Regis al terzo turno) che il berlga Dirk Van Tichelt.

-81 kg
Tabellone abbastanza accessibile per Massimiliano Carollo, che partirà dal secondo turno contro il rappresentante di El Salvador, Juan Diego Turcios. Al terzo turno se la vedrà eventualmente con uno tra l’iraniano Amir Ghasemi Nejad e l’angolano Eliseu Holo, mentre poi si profilerebbe un duro scontro con il georgiano Avtandil Tchirikishvili. Interessante prima parte del tabellone, con il brasiliano Victor Penalber, il francese Loïc Pietri e l’incognita del moldavo Sergiu Toma, passato quest’anno tra le fila degli Emirati Arabi Uniti.

-90 kg
Un altro dei naturalizzati degli Emirati Arabi Uniti, Mihail Marchitan, sarà l’avversario del primo turno per Walter Facente. Uno scontro subito difficile, al quale potrebbe fare seguito una sfida con l’idolo di casa Eduardo Santos. L’aspetto positivo è che lo scontro con il georgiano Varlam Liparteliani ci sarebbe eventualmente solo ai quarti di finale. Da notare che al secondo turno si prospetta uno scontro tra due plurimedagliati come l’olandese Guillaume Elmont ed il greco Ilias Iliadis, mentre il russo Kirill Denisov ed il cubano Asley González partono favoriti nelle altre pool.

-100 kg
Anche Domenico Di Guida se la vedrà subito con un arabo acquisito, come Ivan Remarenco, per poi sfidare eventualmente il tunisino Anis Ben Khaled. Un cammino che potrebbe poi infrangersi contro l’olandese Henk Grol. Da seguire con grande attenzione uno dei judoka che sta facendo segnare i maggiori miglioramenti negli ultimi tempi, il ceco Lukáš Krpálek, quest’anno oro europeo e doppio oro alle Universiadi.

+100 kg
Il favorito d’obbligo della categoria è Teddy Riner, che però già ai quarti potrebbe trovare un avversario ostico nel cubano Óscar Brayson. Rafael Silva (Brasile), Andrea Tölzer (Germania) ed Adam Okruashvili (Georgia) saranno gli altri principali contendenti per il podio.

DONNE

-48 kg
Sorteggio ostico per Valentina Moscatt, che al primo turno dovrà affrontate la talentuosa cubana Maria Celia Laborde e che si trova sul cammino dell’ungherese Éva Csernoviczki, campionessa europea e tra le favorite per il titolo. Tra i possibili quarti di finale, segnaliamo quello tra la belga Charline Van Snick e la mongola Otogontsetseg Galbadrakh, mentre l’idola di casa e campionessa olimpica Sarah Menezes troverà probabilmente sulla sua strada una tra la turca Ebru Şahin e la francese Laëtitia Payet.

-52 kg
Odette Giuffrida partirà dal secondo turno contro la cinese Qi Juan e potrebbe poi trovare la rumena Andreea Chiţu. Sorteggio non clemente per la numero uno mondiale, la kosovara Majlinda Kelmendi, che nel suo tabellone potrebbe incontrare atlete del calibro della francese Priscilla Gneto, bronzo olimpico, della tedesca Mareen Kraeh o ancora della mongola Bundmaa Munkhbaatar.

-57 kg
Ai quarti di finale si profila un duro scontro tra la francese Automne Pavia e la giapponese Anzu Yamamoto, così come quello tra la padrona di casa Rafaela Silva e l’esperta portoghese Telma Monteiro. Da segnalare l’importante rientro dell’austriaca Sabrina Filzmoser, che si era rotta il braccio nella finale europea persa contro la Pavia: per lei il quarto di finale potrebbe essere contro la mongola Sumiya Dorjsuren.

-63 kg
Duro sorteggio per le due azzurre impegnate nella categoria -63 kg. Valentina Giorgis inizierà subito con la cinese Shi Cuijuan, mentre ad attenderla al secondo turno ci sarà la mongola Tserennadmid Tsend-Ayush. Nella stessa pool ci sono atlete del calibro della numero 1 mondiale, l’israeliana Yarden Gerbi, nonché della slovena Tina Trstenjak e dell’austriaca Kathrin Unterwurzacher. Per Edwige Gwend il Mondiale inizierà al secondo turno contro l’austriaca Hilde Drexler, e poi potrebbe continuare contro la testa di serie olandese Anicka Van Emden. Nello stesso quarto anche la campionessa mondiale uscente, la francese Gévrise Émane.

-70 kg
Le olandesi non potranno fare doppietta come agli Europei: Kim Polling e Linda Bolder, infatti, si incontreranno eventualmente in semifinale. La Bolder, in particolare, dovrà fare attenzione alla tedesca Laura Vargas-Koch. Dall’altra parte del tabellone troviamo invece come teste di serie la campionessa olimpica Lucie Décose (Francia) e la canadese Zelita Zupancic.

-78 kg
Se dovesse battere la venezuelana Keivi Pinto, Assunta Galeone si ritroverebbe di fronte alla brasiliana Mayra Aguiar: un incontro quasi proibitivo. Questa è inoltre una delle categorie di punta della squadra francese, che schiera la campionessa mondiale uscente Audrey Tcheuméo e la campionessa europea Lucie Louette.

+78 kg
La massima categoria femminile sarà seguitissima in America Latina, visto che tra le favorite ci sono sia la brasiliana Maria Suelen Altheman che la cubana campionessa olimpica Idalys Ortiz. Da seguire ovviamente la giapponese Megumi Tachimoto, mentre la pool B potrebbe riservarci uno scontro tra le due europee più forti, la turca Belkız Zehra Kaya e la francese Émilie Andéol.

Le squadre dei Mondiali di judo:
BRASILE
CUBAFRANCIAITALIAGEORGIAGIAPPONEOLANDA

ISCRIVITI E COMMENTA SUL NOSTRO GRUPPO FACEBOOK

giulio.chinappi@olimpiazzurra.com

Lascia un commento

Top