Judo, Mondiali: Kelmendi scrive la storia, nuovo oro Giappone

Judo-Majlinda-Kelmendi.jpg

La seconda giornata dei Mondiali di judo di Rio de Janeiro resterà nella storia dello sport kosovaro: la 22enne Majlinda Kelmendi (-52 kg), infatti, ha regalato al suo Paese una medaglia d’oro senza precedenti, che rappresenta una novità non solo nel judo ma nello sport in generale. Il Kosovo raggiunge infatti il primo trionfo sportivo di questo livello dalla sua indipendenza autoproclamata nel 2008.

Nata in Albania nel 1991 da genitori fuggiti dal conflitto jugoslavo, la Kelmendi aveva rappresentato proprio l’Albania nelle categorie giovanili ed anche ai Giochi Olimpici 2012, per poi passare sotto la bandiera kosovara. In occasione dei Campionati Europei di Budapest, invece, la Kelmendi aveva vinto il bronzo sotto la bandiera della Federazione Internazionale, non essendo autorizzata dall’European Judo Union a rappresentare il Kosovo.

Tornando alla competizione di ieri, la Kelmendi ha dato vita ad un percorso senza incertezze, sconfiggendo in finale l’idola di casa Erika Miranda per ippon. La brasiliana ha comunque portato a casa l’argento per la gioia del pubblico di casa, mentre sul podio sono salite anche la giapponese Yuki Hashimoto e la tedesca Mareen Kräh.

Sempre nella categoria -52 kg, l’Italia ha schierato Odette Giuffrida, capace di regalare ai colori azzurri il primo successo iridato contro la cinese Qi Juan, per poi cedere all’incontro successivo contro la plurimedagliata rumena Andreea Chiţu, alla fine classificatasi quinta.

Nella categoria -66 kg maschile numerose sono state le sorprese. Alla fine ha trionfato il giapponese Masashi Ebinuma, 23 anni, che conferma così l’oro conquistato due anni fa a Parigi dopo la piccola delusione di Londra, che lo ha visto salire “solo” sul terzo gradino del podio olimpico. In finale Ebinuma ha avuto la meglio sul sorprendente kazako Azamat Mukanov per ippon. Il podio è stato completato dall’altro giapponese, Masaaki Fukuoka, e dall’ucraino Georgij Zantaraia.

Da segnalare diverse eliminazioni eccellenti sin dai primi turni, come quelle del mongolo Tumurkhuleg Davaadorj e del francese David Larose, che hanno aperto la strada a judoka meno attesi.

La terza giornata prevede i tornei delle categorie -73 kg uomini, con Enrico Parlati ed Andrea Regis, e della -57 kg donne, nella quale non sono iscritte rappresentanti italiane.

Le squadre dei Mondiali di judo:
BRASILE CUBAFRANCIAITALIAGEORGIAGIAPPONEMONGOLIAOLANDARUSSIA

I risultati dei Mondiali di judo: DAY 1

I PRONOSTICI DI OLIMPIAZZURRA PER I MONDIALI DI JUDO

ISCRIVITI E COMMENTA SUL NOSTRO GRUPPO FACEBOOK

giulio.chinappi@olimpiazzurra.com

Lascia un commento

Top