Ginnastica, un mese ai Mondiali! Sorteggiate le rotazioni

oa-logo-correlati.png

Manca un mese esatto ai Mondiali di ginnastica artistica! Nel frattempo sono stati sorteggiati gli ordini di rotazione per i turni di qualificazione, che ammetteranno 24 ginnaste alla finale del concorso generale e otto a ciascuna delle varie finali di specialità.

 

Al femminile sono previste quattro suddivisioni. Ricordiamo che su ciascun attrezzo potranno salire massimo tre ginnaste per ciascuna Nazione e che le più importanti (Romania esclusa) avranno quattro atlete a disposizione. Dunque, per permettere a tutte di gareggiare almeno in una specialità, solo due ragazze della stessa formazione potranno cimentarsi nell’all-around.

L’ordine della salita agli attrezzi è il consueto olimpico: volteggio – parallele – trave – corpo libero.

 

L’Italia sarà presente nella seconda suddivisione e inizierà il proprio percorso dalla trave. Gireremo insieme a Porto Rico, Israele e Corea del Sud, quindi senza sostanziali punti di riferimento. Nella stessa suddivisione, però, saranno presenti una cinese (parte dal volteggio) e una russa (incomincia al corpo libero).

 

Nella terza suddivisione un’azzurra incomincerà alla trave in un rotazione davvero pessima con Singapore, Venezuela, Slovacchia, Portogallo, Svizzera e Trinidad & Tobago. Nello stesso gruppo vedremo una cinese che partirà dal suo tallone d’Achille: il corpo libero. La Russia inizierà dalle amate parallele proprio insieme agli Stati Uniti d’America.

 

Nella quarta suddivisione, l’ultimo posto riservato al Bel Paese. Si comincerà dalle parallele e questa volta le compagne di avventura saranno di spessore: Romania, Australia, Giappone, Austria, Brasile e Malesia. La Russia salirà sulla trave, mentre una statunitense si esibirà al corpo libero.

 

Nella prima suddivisione, invece, romperà il ghiaccio una statunitense che si esibirà al volteggio. Insieme non girerà nessuna big, a meno che la Svizzera non decida subito di schierare la carta Steingruber. La Romania scalderà i motori al corpo libero, mentre la Cina lo farà dalla trave.

 

stefano.villa@olimpiazzurra.com

Tag

Lascia un commento

Top