Volley, World League: rullo compressore Italia e Cuba ancora ko

oa-logo-correlati.png

Replica doveva essere e così è stato. L’Italvolley maschile sconfigge Cuba per la seconda volta in tre giorni, questa volta al Pala Mandela di Firenze, ancora con un secco 3-0 (25-23; 25-18; 25-19). Il copione è sempre lo stesso: Berruto schiera il sestetto tipo, i caraibici sono praticamente con la formazione B. Gli azzurri, comunque, ben si comportano, continuano a ingranare e, nonostante diverse critiche, infilano la quarta vittoria consecutiva in World League, issandosi al comando della Pool B a pari merito con la Russia, il nostro prossimo avversario (il prossimo weekend in trasferta) con cui ci giocheremo una buona fetta delle nostre possibilità di qualificarsi per le Final Six.

 

Sugli scudi ancora Ivan Zaytsev: non stratosferico come a Torino, ma lo Zar è capace di mettere a terra 14 punti (farciti da 3 aces e 2 muri). Di banda ancora molto bene Simone Parodi che festeggia al meglio il suo 27esimo compleanno (tutto il palazzetto ha intonato un meraviglioso Tanti auguri) con 9 punti tutti in attacco.

Capitan Savani un po’ sottotono e sostituito nel terzo set da un Luca Vettori sempre più in formissima e che si sta facendo larghe nelle maglie della Nazionale (chiude con 6 punti).

Thomas Beretta, invece, dopo le eccellenti prestazioni con la Germania, non si conferma su un buono standard e viene sostituito da Matteo Piano già durante il primo parziale. Accanto a lui il solito Emanuele Birarelli che non stampa giù molto, ma fa buona guardia sottorete.

In cabina di regia il solito Dragan Travica che è ancora il miglior a muro: tre stampatone.

Il libero è ancora Andrea Giovi, ma il lavoro per lui è sempre poco. C’è ancora ampio margine per migliorare, in attesa del primo vero test attendibile

Lascia un commento

Top