Tour de France 2013, presentazione delle squadre (seconda parte)

oa-logo-correlati.png

Continuiamo il nostro approfondimento sulle squadre e sui big presenti alla 100esima edizione del Tour de France, la prima parte potete seguirla su questo link:

FDJ – Il giovane Thibaut Pinot proverà a migliorare il decimo posto dell’anno scorso; è uno dei corridori francesi più attesi e proverà a dare spettacolo in salita. Presenti in squdra corridori la lunghe fughe cose Casar, Fedrigo e Roy andranno a caccia di una tappa, mentre Bouhanni lotterà nelle volate.

Garmin Sharp – Ryder Hesjedal proverà a riscattarsi dopo il ritiro al Giro. Potrebbe ben figurare anche il giovane Talansky che può fare classifica. Daniel Martin può vincere qualche tappa con arrivo in salita mentre Farrar cercherà di essere competitivo negli sprint. La Garmin sarà come sempre anche tra le favorite della cronosquadre.

Katusha – Joaquim Rodriguez vuole vincere il suo primo giro. Le pendenze non sono a lui favorevoli ma il podio è un obiettivo realizzabile. Al suo fianco il solito Daniel Moreno. Spilak e Losada saranno altri gregari validi, Kristoff si butterà nelle volate.

Lampre Merida – Damiano Cunego sarà il capitano della Lampre al Tour de France. L’obiettivo sarà incentrato soprattutto sulle singole tappe, anche se il veronese proverà comunque a fare classifica. Libertà per il polacco Niemiec mentre Malori sfiderà i big a crono. Per gli sprint il treno è composto da Cimolai, Viganò e Favilli.

Lotto Belisol – Come negli ultimi anni la squadra belga si presenterà al Tour con due capitani. Greipel sarà tra i principali antagonisti di Cavendish nelle volate. Van Den Broeck sarà invece l’uomo di classifica. Il team supporterà soprattutto Greipel con un treno fortissimo che vedrà al via Henderson, Roelandts e Sieberg.

Movistar – Valverde è il leader storico della squadra spagnola e punterà ad una classifica di alto livello. Il colombiano Quintana sarà al debutto al Tour de France: è uno dei campioni del futuro per le corse a tappe, ma già qui può essere uno dei jolly più imprevedibili della corsa.

Omega Quickstep –  Cavendish tornerà ad avere a dispozione una squadra per sè e punta a confermarsi numero uno degli sprint e lotterà per la maglia verde. Tony Martin sarà il favorito delle tappe a cronometro, mentre Chavanel come suo solito farà un Tour d’attacco. Buone possibilità anche nella cronosquadre.

nicolo.persico@olimpiazzurra.com

@nvpersie7

Tag

Lascia un commento

Top