Rivoluzione Ginnastica: cambiano le regole per andare alle Olimpiadi!

oa-logo-correlati.png

Rivoluzione dal mondo della ginnastica artistica. Ormai con quasi assoluta certezza cambierà il processo di qualificazione ai Giochi Olimpici! Dal 2017 dovrebbe essere introdotto un nuovo meccanismo che modificherà in maniera decisiva l’universo della polvere di magnesio, tanto che Bruno Grandi ha paragonato questa svolta addirittura a quella del 1996 quando vennero cancellati gli obbligatori! (ma personalmente ci aggiungo anche quella del 2006 quando fu sostituito il sistema di punteggio e venne tolto il 10 perfetto).

 

Il Presidente della Federazione Internazionale ha scritto una lettera ben motivata e ben dettagliata, ma il succo della rivoluzione è riassumibile in poche righe. Il nuovo sistema permetterà agli atleti che parteciperanno ai campionati continentali (quindi Europei e via dicendo) e alle tappe di Coppa del Mondo di qualificarsi direttamente ai Mondiali e ai Giochi Olimpici. In questo modo le competizioni “secondarie” acquisteranno ancora maggior importanza e appeal, le ginnaste avranno più possibilità di qualifica e il calendario quadriennale sarà ancora più incentrato sulla rassegna a cinque cerchi, il vero clou della vita sportiva di un atleta.

 

Fino ad oggi (ma la regola permarrà fino a Rio de Janeiro 2016) erano i Mondiali pre-olimpici a fungere da qualificazione per la rassegna a cinque cerchi. I vincitori delle singole specialità si qualificavano direttamente all’appuntamento più importante; gli altri erano rimandati al Test Event che apriva l’anno olimpico (solitamente in programma a gennaio). In quell’occasione gli atleti dovevano disputare un all-around per staccare il biglietto fortunato, anche se magari erano interessati a un solo attrezzo. Un meccanismo che non rendeva giustizia agli specialisti e che, ad esempio, escluse il grande Krisztian Berki, campione olimpico al cavallo con maniglie, dai Giochi di Pechino 2008.

 

Il prossimo ottobre verrà convocato un Simposio/Congresso in cui verranno ascoltate le varie Federazioni e poi a maggio 2014 si prenderà la decisione definitiva (ma è praticamente un sì già scritto, visto i 38 consensi su 40 manifestati al Congresso di Liverpool). Il provvedimento sarà poi valido dal 1° gennaio 2017, contestualmente all’entrata in vigore anche del nuovo codice dei punteggi (come ormai d’abitudine ogni quattro anni). Ad ogni modo verranno fatti degli “esprimenti” nelle prossime stagioni, visto che i calendari saranno anche totalmente riscritti proprio per ottemperare alle nuove necessità.

 

stefano.villa@olimpiazzurra.com

Tag

Lascia un commento

Top