Giro del Trentino donne: start list di altissimo livello

oa-logo-correlati.png

Si corre nel weekend il Giro del Trentino donne, una breve corsa a tappe giunta ormai alla ventesima edizione che vanta nel suo albo d’oro grandi campionesse come Judith Arndt, Emma Pooley, Fabiana Luperini (ben cinque volte) ed Edita Pucinskaite.

Sabato, la giornata sarà divisa in due momenti: al mattino una cronosquadre di 11 km da Revò a Lauregno, in costante salita; al pomeriggio, 88 km attorno a Termon di Campodenno, con un GPM a pochissimi chilometri dal traguardo dopo aver percorso una parte della Val d’Adige. Domenica si chiude con 103 km in circuito da Sanzeno a Sarnonico e un totale di sei passaggi su un gran premio della montagna che scollina a quota 1010.

La partecipazione è davvero di alto livello, sia per quanto riguarda le atlete straniere, sia per le italiane. La Orica-AIS schiera Emma Johansson, fresca vincitrice dell’Emakumeen Bira nei Paesi Baschi; la Boels-Dolmans risponde con l’argento olimpico Lizzie Armistead e con l’olandese Adrie Visser.  Specialized-Lululemon d’attacco con Evelyns Stevens, Trixi Worrack e Lisa Brennauer, mentre la due volte campionessa del mondo junior Lucy Garner guida la Argos Shimano. Ci sono poi le selezioni nazioni di Croazia, Francia, Slovenia, Svizzera e Polonia, mentre numerose sono ovviamente le atlete italiane.

La Faren-Let’ Go Finland cercherà di sfruttare una Marta Bastianelli apparsa in gran forma di recente: assieme a lei, Elena Cecchini, Susanna Zorzi e Maria Giulia Confalonieri, tutte nel giro azzurro. Il team norvegese Hitec schiera, come al solito, la grandissima coppia composta da Elisa Longo Borghini e Rossella Ratto, ma attenzione a Rachel Neylan e Chloe Hosking. Le Top Girls Fassa Bortolo saranno guidate da Francesca Cauz e Jennifer Fiori, mentre la rediviva Annalisa Cucinotta sarà una delle stelle della Footon Servetto. Molto competitivo il roster della BePink, con Noemi Cantele che sarà affiancata da Simona Frapporti, Dalia Muccioli e dalla svizzera Doris Schweizer. Di alto livello anche la Cipollini-Giordana, con due straniere molto forti (la russa Tatiana Antonshina e la polacca Malgorzata Jasinska) oltre a Valentina Carretta, Valentina Scandolara, Tatiana Guderzo e Marta Tagliaferro. La Pasta Zara-Cogeas-Manhattan punta sulla padrona di casa Rossella Callovi, che pure non è ancora al top della forma, affiancata dalla lituana Inga Cilvinaite; infine, la Vaiano-Fondriest ha l’eterna Alessandra D’Ettorre e Barbara Guarischi.

foto tratta da teambepink.eu

marco.regazzoni@olimpiazzurra.com

WEB TV

Lascia un commento

scroll to top