Giochi del Mediterraneo 2013: i convocati italiani del judo

oa-logo-correlati.png

Con i suoi 14 titoli in palio, il judo rappresenta uno degli sport che distribuiscono più medaglie (ben 42) ed in cui la concorrenza è più agguerrita. Se in altri sport la lotta per il podio si limiterà a pochi Paesi, nel judo quasi tutte le nazioni partecipanti potranno ambire ad una medaglia: la Francia schiererà una squadra priva di grandi stelle e ridotta a dodici elementi, ma comunque competitiva; la Turchia cercherà sicuramente di fare bella figura davanti al pubblico di casa; la Spagna, la Grecia ed i Paesi dell’ex Jugoslavia potranno certamente dire la loro.

In questa lotto sarà presente anche l’Italia con i suoi 14 judoka. Da tenere d’occhio sarà il giovanissimo Fabio Basile (-60 kg), 18 anni, che ha già ottenuto importanti risultati nelle rassegne giovanili. Assieme a lui ci saranno anche degli atleti più esperti, tra i quali Elio Verde (-66 kg), già oro in questa manifestazione nel 2009, quando combatteva tra i -60 kg. Speranze anche per il campano Vincenzo D’Arco tra i -100 kg.

Tra le donne la carta più importante sarà Edwige Gwend (-63 kg), che ha già dimostrato di poter competere ai massimi livelli internazionali. Elena Moretti vanta già un alloro ai Giochi del Mediterraneo, mentre Assunta Galeone ha dimostrato la sua forma vincendo all’European Open di Madrid due settimane fa.

Uomini: Fabio Basile (-60 kg), Elio Verde (-66 kg), Enrico Parlati (-73 kg), Massimiliano Carollo (-81 kg), Walter Facente (-90 kg), Vincenzo D’Arco (-100 kg), Alessio Mascetti (+100 kg)

Donne: Valentina Moscatt (-48 kg) Elena Moretti (-52 kg), Martina Lo Giudice (-57 kg), Edwige Gwend (-63 kg), Jennifer Pitzanti (-70 kg), Assunta Galeone (-78 kg), Tania Ferrera (+78 kg)

giulio.chinappi@olimpiazzurra.com

Lascia un commento

scroll to top