Ginnastica, Mersin 2013: Italia batte Francia e…sogna l’oro

oa-logo-correlati.png

Più forti della sfortuna che si è abbattuta in settimana portando con sé l’infortunio di Andrea Cingolani. Più forti di un cambiamento d’orario giunto solo all’ultimo. Più forti di una Francia che schierava alcuni pezzi da novanta.

La Nazionale maschile di ginnastica artistica chiude al comando, con 256.465 punti, la prima suddivisione della prova a squadre a Mersin, dove si stanno disputando i Giochi del Mediterraneo, sfianca la resistenza dei francesi (distanti oltre sei punti, 250.171) e si mette in pole position per l’inaspettata conquista dell’oro: servirà aspettare le prossime suddivisioni (una all’ora di pranzo, l’altra nel tardo pomeriggio) per scoprire se i quattro moschettieri potranno salire sul gradino più alto del podio. Le speranze, però, sono davvero tantissime perché i transalpini erano uno degli ostacoli più duri da superare: ora solo la Spagna ci potrà fermare.

 

La squadra è omogenea e compatta, porta i punti che doveva portare e realizza quello che alla vigilia sembrava quasi impossibile. Fino all’ultima rotazione è uno straordinario Enrico Pozzo a guidare la formazione poi, però, il piemontese sbaglia molto al corpo libero e rovina tutta la giornata rimanendo addirittura fuori dalla finale individuale in programma domani per la regola dei passaporti (al momento è comunque sesto assoluto). All’atto conclusivo, infatti, accedono Paolo Principi, migliore in assoluto grazie anche a un super corpo libero finale (14.766) e Paolo Ottavi, secondo assoluto, grazie a degli anelli di pregevole fattura (14.766).

Ludovico Edalli è terzo generale ma per la regola dei passaporti non lo rivedremo in pedana domani; la giovane promessa, però, fa vedere il suo valore alle parallele con un perentorio 14.600. Enrico, invece, brilla alla sbarra dove realizza un eccellente 14.600. Per le medaglie pesanti di specialità ci siamo alla grande.

 

Salvo cataclismi (ma dobbiamo comunque essere cauti in attesa delle prossime suddivisioni) porteremo due azzurri in tutte le finali di specialità.

Corpo libero: Principi ed Edalli. Sbarra: Pozzo e uno tra Principi ed Edalli (hanno pari punti). Anelli: Ottavi e Pozzo. Parallele: Edalli e Pozzo. Cavallo: Principi e uno tra Edalli e Ottavi (pari merito), ma qui i nostri punteggi sono davvero bassi.

 

Di seguito i punteggi dettagliati di tutti gli azzurri e dei francesi.

Ludovico Edalli          cl. 14.233        s. 14.200         a. 13.600         p. 14.600         cav. 13.733     v. 14.233         TOT: 84.599

Paolo Ottavi               cl. 14.166        s. 14.100         a. 14.766         p. 14.100         cav. 13.733     v. 14.200         TOT: 85.065

Enrico Pozzo              cl. 12.300        s. 14.600         a. 14.033         p. 14.200         cav. 13.533     v. 14.766         TOT: 83.432

Paolo Principi             cl. 14.766        s. 14.200         a. 13.866         p. 13.633         cav. 13.900     v. 14.200         TOT: 85.098

ITALIA:                     cl. 43.165        s. 43.000         a. 42.665         p. 42.900         cav. 41.366     v. 43.199         TOT: 256.465

 

Kevin Antoniotti        cl. 14.400        s. 14.033         a. 13.266         p. 14.400         cav. 13.666     v. 14.133                     TOT: 83.898

Guillaume Augugliaro cl. 14.400        s. 14.166         a. 14.433         p. 13.833         cav. 12.733     v. 14.300                     TOT: 83.865

Quentin Signori          cl. 13.600        s. 13.800         a. 13.700         p. 13.500         cav. 12.166     v. 13.700                     TOT: 80.466

Arnaud Willig             cl. ——           s. ——-           a. 13.966         p. ——-           cav. 12.100     v. 14.466

Jim Zona                                             s. 14.566         a. ——–          p. 12.133         cav. ——-       v. ——

FRANCIA:                 cl. 42.400        s. 42.675         a. 42.099         p. 41.733         cav. 38.365     v. 42.899                     TOT: 250.171

 

stefano.villa@olimpiazzurra.com

WEB TV

Lascia un commento

scroll to top