Pallanuoto: il grande argento del Settebello a Londra



Continuando il nostro racconto dei più bei momenti sportivi vissuti dalla nostra nazione in questo 2012, passiamo a parlare dell’argento olimpico del Settebello. Una bellissima medaglia che fa il paio al Mondiale vinto a Shanghai l’anno precedente.

L’Italia è inserita nel girone A, sulla carta il più difficile, con Croazia, Spagna, Grecia, Australia e Kazakistan. Gli azzurri però si piazzano senza problemi al secondo posto dell’eliminatoria, perdendo solo la sfida con la Croazia.

Loading...
Loading...

Nei quarti di finale l’Italia trova la terza classificata del girone B: l’Ungheria. La sfida con i magiari, che ci ha accompagnato in quasi tutte le competizioni internazionali, stavolta non si dimostra il consueto tabù; l’Italia, pur con qualche difficoltà, esce dalla piscina di Londra con un successo per 11-9 e accede alla zona medaglie. In semifinale il Settebello ritrova i rivali della Serbia, sconfitti nella finale mondiale di Shangai. La partita è equilibratissima, l’Italia prende un piccolo vantaggio nel primo quarto che poi sarà decisivo fino alla fine; 9-7 e si vola in finale con la Croazia.Questa volta però non riesce la solita impresa azzurra, i croati dominano dall’inizio alla fine e l’Italia deve accontentarsi di una comunque bellissima medaglia d’argento.

E’ stata la vittoria del ct campagna e di un gruppo solido e caratterizzato da una forte unione. Aicardi, Felugo, Figlioli, Fiorentini, Gallo, Giacoppo, Giorgetti, Gitto, Pastorino, Pérez, Premuš, Presciutti e in fine capitan Tempesti: ogni singolo atleta si è impegnato per questo successo di squadra meraviglioso. Il Settebello è tornato grande.

gianluca.bruno@olimpiazzurra.com

Loading...

Lascia un commento

scroll to top