Volley femminile, Top&Flop della quarta giornata

oa-logo-correlati.png

Quarta giornata di A1 femminile ormai alle spalle e Olimpiazzurra come ogni lunedì vi propone i Top&Flop del weekend pallavolistico. Questi i promossi e i bocciati secondo la nostra redazione.

 

TOP:

Al primo posto una magica Lucia Bosetti che attacca col 59%, schiaccia a terra 19 importantissimi punti, si fa carico di tutte le compagne e con l’aiuto di una sempre viva Manuela Leggeri e di Laura Nicolini (8 punti a testa, 7 muri in due) batte una deludente Duck Farmi Chieri e riporta Piacenza in testa alla classifica, complice la sconfitta di Villa Cortese. La sconfitta con Bergamo ha paradossalmente fatto bene e ha permesso ella emiliane di cambiare alcuni schemi e di lavorare con meno ansia e più tranquillità.

Al secondo posto Zuzanna Efimienko. I suoi muri granitici sono stati la vera chiave per scardinare definitivamente le resistenze di Villa Cortese col contributo di un’eccellente Barcellini (13). Una sorprendente Conegliano riesce così a sbancare il PalaBorsani, a infilare la terza vittoria in trasferta e a spegnere il sogno delle lombarde di rimanere ancora al comando.

Terzo posto per la linea giovane di Pesaro. Noemi Signorile e Cristina Chirichella (capitana delle azzurre juniores di bronzo agli ultimi Europei) si comportano benissimo e puntellano le marchigiane, aiutando le superbe Moreno Pino e Gibbemeyer a surclassare nettamente le superfavorite della Yamamay.

 

FLOP:

Al primo posto l’attacco di Villa Cortese che fatica tantissimo, non riesce mai ad imporsi, si arena sul 33%. Si salva solo la solita Caterina Bosetti (14). Da rivedere la prova di Viganò che ha sostituito la Klinemann. Intanto il profumo di vetta è durato solo una settimana…

Al secondo posto gli errori di Busto Arsizio: 8 al servizio,6 in ricezione,12 in attacco, 12 muri subito, 37% in ricezione, un deludentissimo 28% in attacco. I numeri parlano da soli e sono la descrizione della partita peggiore delle Farfalle nell’ultimo anno e mezzo. Mai state così al di sotto del proprio standard e soprattutto incapaci di reagire contro un’ottima Pesaro. Due sconfitte in quattro partite: urge rivedere qualcosina, anche se il nuovo recupero di Faucette sembra rincuorante. In attesa del miglioramento di Carli Llyod.

Al terzo posto Bologna. La bella prestazione all’esordio contro Villa Cortese e il punto racimolato in seguito erano forse un’illusione? Perdere lo scontro con l’altra matricola Crema può forse aver risvegliato le emiliane. Non bastano più Stufi e Cvedanovic.

 

stefano.villa@olimpiazzurra.com

(foto il giorno)

Lascia un commento

scroll to top