Short track: la Coppa del Mondo riparte dal Giappone

oa-logo-correlati.png

Cominciano le due settimane in terra asiatica per la Coppa del Mondo di short track. Il primo appuntamento, terzo stagionale, sarà a Nagoya in Giappone dal 30 Novembre al 2 Dicembre. La selezione azzurra non sarà presente a questo appuntamento, riprendendo l’attività agonista nel prossimo weekend del 7-9 Dicembre a Shanghai.

Ci si aspetta qualcosa di più da Anthony Lobello, naturalizzato italiano quest’anno, che non è ancora riuscito ad ottenere un piazzamento di prestigio, fermandosi sempre prima delle serie di semifinale. Un buon risultato servirebbe anche per dare fiducia a tutto l’ambiente dei ragazzi, che faticano parecchio e sono quasi sempre nelle retrovie, soprattutto nelle discipline più veloci (500  e 1000mt). Discorso a parte lo merita Yuri Confortola, che ha dato segnali davvero incoraggianti nelle due prove canadesi (realizzando il suo miglior tempo a Calgary nei 1500m): dopo il grave infortunio che lo ha tenuto fuori per una stagione intera, il valtellinese è tornato con tanto entusiasmo e voglia di rimettersi in gioco e di dimostrare di poter valere ancora i migliori della specialità. Per ora l’appuntamento con la finale è sempre mancato, ma già da Nagoya questo trend potrebbe cambiare.

L’Italia per centrare una medaglia e dunque un piazzamento sul podio si affida al settore femminile e in particolare ad Arianna Fontana, reduce dal bronzo ottenuto sull’ovale di Calgary nei 500m. Soprattutto in questa disciplina la valtellinese cercherà di ripetersi e di provare a fare ancora meglio del gradino più basso del podio, anche se le avversarie (cinesi e canadesi su tutte) di certo non mancheranno. Molto importante anche la staffetta, alla ricerca della prima finale stagionale e quindi si spera possono essere in buona forma le altre azzurre, soprattutto Martina Valcepina, chiamata al riscatto dopo le due prove opache in Canada. La 20enne di Sondalo proprio a noi di Olimpiazzura (qui l’intervista ha dichiarato di voler puntare al podio già dalle prossime gare e quindi nei 500m, la sua specialità preferita, è pronta a dare battaglia e a raggiungere come obiettivo almeno la finale.

foto da de.wikipedia.org

andrea.ziglio@olimpiazzurra.com

WEB TV

Lascia un commento

scroll to top