Hockey su ghiaccio, Top&Flop della 16esima giornata

oa-logo-correlati.png

Top

Alleghe: L’ottava vittoria consecutiva delle Civette è la gemma più preziosa. Sul campo della capolista, i veneti si impongono in rimonta e con pieno merito, con un finale all’arrembaggio. Il secondo posto in classifica è il giusto premio per la squadra più in forma del campionato, uscita dagli ultimi due scontri diretti contro Renon e Val Pusteria con sei punti e tante certezze in più.

Greg Jacina vs Trevor Johnson: Che sfida nella sfida. Sono loro gli autentici mattatori di Renon-Valpellice, altro big match di giornata. Una doppietta a testa: inutile quella di Johnson, decisiva quella di Jacina, che segna il primo e l’ultimo pareggio nella vittoria del Ritten Sport. Valpe che spreca tre volte il vantaggio. Johnson ci mette pure una traversa nel forcing finale, ma non basta per evitare la sconfitta.

Stanislav Gron: Il Cortina perde, ma per due drittel abbondanti culla la speranza di portare a casa tutto il bottino contro Milano. Il merito è tutto di Stanislav Gron, che contro i Rossoblu segna le reti che danno il doppio vantaggio all’Hafro. Tutto inutile a causa di un terzo periodo disastroso.

Flop

Rob Sirianni: Strano vederlo nella lista dei ‘cattivi’ di giornata, ma contro il Renon Rob non entra mai in partita, e la differenza si nota. Nel giorno in cui mancava Brian Inhacack, molto del peso dell’attacco della Valpe pesava sulla sua mazza, rimasta stranamente a secco. E quando si parla di un bomber come lui, la cosa fa decisamente notizia.

Cortina sciupone: Andare avanti di due gol, in casa, contro un avversario forte, ma non imbattibile, e poi subire una rimonta che si concretizza in nove minuti e poco più. L’Hafro ha di che riflettere dopo aver perso una gara che sembrava poter fare sua. D’altra parte i numeri non diranno tutto, ma qualcosa vogliono pur dire, e avere la terza peggior difesa del campionato non può essere certo un buon segnale.

L’infortunio di Aubin: Piove sul bagnato per la capolista, che oltre alla seconda sconfitta stagionale, la prima in casa, deve subire anche l’infortunio del goalie Jean Sebastien Aubin, fuori dal match dopo un quarto d’ora di gioco. Senza dubbio una brutta botta per il club di Brunico, che può comunque sorridere guardando la classifica e il calendario. Dieci punti sulla seconda sono un patrimonio difficile da dilapidare, e i prossimi tre match contro Cortina, Fassa e Asiago, sembrano abbordabili. Tutt’altro discorso per il quarto, contro il Renon. Una squadra che è già riuscita a battere i lupi, sconfitti già in due match di alta classifica.

WEB TV

Lascia un commento

scroll to top