Basket,SerieA1: settima giornata, spicca il posticipo Roma-Siena

oa-logo-correlati.png

Il piatto forte delle settima giornata della SerieA1 di basket è il posticipo di lunedì sera (ore 20.30 La7d e Sportitalia2) che mette di fronte l’Acea Roma e la Montepaschi Siena, entrambe al terzo posto ad otto punti in classifica. I toscani sono reduci dalla roboante vittoria in Eurolega in casa del Prokom e sono riusciti subito a dimenticare il passo falso casalingo con Milano. Una mensana ritrovata nello spirito e nel gioco quella vista ieri sera in Polonia, che ha fatto affidamento come al solito a Bobby Brown, che da un paio di partite ha iniziato a diventare il leader di questo gruppo, raccogliendo l’eredità di Bo McCalebb, suo predecessore.
Nella capitale tutto funziona al meglio e Roma sta facendo anche meglio di quello che ci si poteva aspettare, grazie soprattutto al suo capitano Gigi Datome, ormai giunto alla definitiva maturazione in una stagione importante sia per lui che per la squadra. L’ala azzurra continua a viaggiare ad ottime cifre di partita in partita ed in questo momento è sicuramente il giocatore italiano più in forma dell’intero campionato.

Classico testacoda quello che mette di fronte Angelico Biella e l’invincibile capolista Cimberio Varese. La panchina di Massimo Cancellieri non è saldissima, anche se la società ha dichiarato fiducia nel proprio allenatore e nella squadra, che ha detta sia del presidente che dell’amministrato delegato “uscirà fuori da questo difficile momento, stando uniti e compatti“. Importante sicuramente per l’Angelico l’arrivo ufficiale di Trey Johnson, che torna in Piemonte dopo la fortuna e positiva esperienza del 2009.
Varese sta bene e la squadra appare in perfetta forma. Il settimo successo consecutivo permetterebbe ai ragazzi di coach Vitucci di preparare al meglio l’importantissimo scontro al vertice della prossima settimana con la Dinamo Sassari. Occhi puntati su Achille Polonara, che cercherà di ripetersi dopo la strabiliante prestazione di Caserta.

Dopo l’inaspettato scivolone interno dello scorso turno con l’Enel Brindisi, il Banco di Sardegna Sassari si ripresenta davanti al proprio pubblico per sfidare la Sidigas Avellino. La squadra di Meo Sacchetti parte sicuramente favorita, ma potrebbe avere un po’ di stanchezza dopo l’impegno vittorioso in Eurocup con il Cajasol Siviglia. Dall’altra parte c’è un’Avellino che deve assolutamente muovere la classifica e cercare di fare punti anche in trasferta per centrare la salvezza nel più breve tempo possibile. Mancherà di sicuro ancora Warren, fermo per almeno un’altra settimana, mentre Dragovic è ancora in forte dubbio.

Sempre in tema di squadra che giocano in Europa, ci saranno due impegni casalinghi per la chebolleta Cantù e l’Emporio Armani Milano. Due squadre, che si riaffacciano al campionato con un morale e uno stato d’animo completamente diverso. I brianzoli sono reduci dalla splendida vittoria con il Fenerbache di Pianigiani ed ospita questa domenica in un derby lombardo la Vanoli Cremona. Una Cantù molto attiva sul mercato, dove si cerca il sostituto di Jerry Smith, che rimarrà a lungo fermo ai box per la frattura del quinto metatarso del piede sinistro.
Cremona che vive un piccolo caso Luca Vitali: le ultime prestazioni dell’ex play di Milano e Montegranaro non hanno per niente convinto e non sono mancare le contestazioni e anche qualche fischio; con il giocatore che ha dichiarato che i fischi sono giusti e legittimi e che cercherà di venirne fuori per portare la Vanoli alla salvezza.

Tutt’altro lo spirito dell’Emporio Armani Milano, impegnata nel posticipo di domenica sera (ore 20.30 Rai Sport1) con l’Umana Venezia. Scariolo e i giocatori sono sotto accusa dopo la terza sconfitta in Eurolega consecutiva, che ha aperto mille dubbi sulla capacità di una rosa che non è ancora riuscita a vincere due partite consecutive in stagione. Con la Reyer l’ennesimo esame in un match importante dove i due punti in palio sono importanti sia per l’una che per l’altra compagine, visto che anche i veneti non stanno attraversando un buon periodo di forma e hanno bisogno di questo successo per svoltare definitivamente anche in classifica, dove arrancano inaspettatamente nel trenino fermo a quattro punti.

Chiudono il programma altri tre incontri: Montegranaro-Reggio Emilia con i marchigiani che cercano il primo successo casalingo stagionale ed affrontano una Trenkwalder scatenata e che arriva da un filotto positivo di tre partite; Brindisi-Pesaro con quest’ultima che dalla voce del suo allenatore ha negato qualsiasi trattativa con Stefano Mancinelli; Caserta- Bologna, con i campani che hanno appena tagliato Eric Chatfield.

 

andrea.ziglio@olimpiazzurra.com

foto tratta da brindisibasket.it

Lascia un commento

scroll to top