Basket,Eurolega: fantastica Cantù, Milano un disastro

oa-logo-correlati.png

Grandissima impresa della Mapooro Cantù nella quinta giornata di Eurolega. I brianzoli hanno demolito al PalaDesio il Fenerbache di Simone Pianigiani per 82-58 e grazie a questo successo rilanciano le loro ambizioni di qualificazione alla Top16. I turchi, una delle favorite per la vittoria finale, sono stati surclassati dai ragazzi di Andrea Trinchieri, che ha costruito dalla panchina un vero e proprio capolavoro, stravincendo la sfida personale con il ct della nazionale italiana.
Davvero una grandissima prestazione da parte di Cantù, con due assoluti protagonisti: Jonathan Tabu e Marco Cusin. Il play belga ha sostituito l’infortunato Smith nel migliore dei modi, risultando anche il miglior marcatore della partita con 16punti e perfetto nel complicato ruolo di regia visto che si trovava di fronte uno dei migliori d’Europa nel suo ruolo, quel Bo McCalebb, oggi bloccato dai problemi fisici come dimostrano solamente i tre punti segnati in 15minuti di utilizzo.
Invece il centro italiano, finalmente, riesce a dominare sotto i tabelloni anche in Eurolega e la dimostrazione sono il 100% da due, i 15punti e i 6rimbalzi. Una prestazione importante davanti anche a Pianigiani, che cerca da qualche anno un pivot che possa fare la differenza anche in maglia azzurra. Proprio in chiave Italia non va assolutamente dimenticata anche la bella partita di Pietro Aradori, che chiude con 14 punti e con canestri davvero importanti nell’allungo decisivo per i biancoblu.
Nel Fenerbache tutti insufficienti con il solo Sato a salvarsi dal disastro turco, unico a raggiungere la doppia cifra e a costruire una parziale rimonta per l’Ulker. La prossima settimana si tornerà in campo e per Cantù ci sarà la complicata trasferta di Lubiana, dove  ci sarà da vendicare la sconfitta subita in casa e trovare un successo che riaprirebbe del tutto tutti i discorsi qualificazione.

Cantù: Tabu 16; Cusin, Brooks 15; Aradori 14.
Fenerbahce: Sato 10, Bogdanovic 8.

 

Terza sconfitta consecutiva in campo europeo per l’Emporio Armani Milano, che crolla sul parquet del Forum con i campioni in carica dell’Olimpiacos per 84-71. L’ennesimo passo falso per la squadra lombarda, che conferma di non aver ancora raggiunto una continuità di rendimento e risultato tra un match e l’altro. Dopo la vittoria con Siena ci si aspettava una prova importante dei ragazzi di Scariolo, che adesso complicano il percorso verso la qualificazione, avendo ora un record negativo di 2-3 e con tre partite in trasferta nel girone di ritorno. I greci sono sempre stati in controllo e hanno trovato in una serata perfetta Spanoulis, il migliore con 23punti e Papanikolau, strepitoso dall’arco dei tre punti con  cinque triple mortifere, che hanno spezzato qualsiasi tentativo di rimonta da parte dei milanesi.
In casa Olimpia piovono critiche anche su Sergio Scariolo, che dimentica in panchina Ioannis Bourousis, colpevole di tre falli, lasciando sul parquet un disastroso Hendrix nel parziale di 11-0 con cui gli avversari costruivano la vittoria. Il pivot greco aveva mntenuto Milano ha contatto fino a metà secondo quarto, permettendo addirittura all’EA7 di portarsi avanti anche nel punteggio.
La prossima sfida in trasferta con l’Efes potrebbe essere decisiva, perchè Milano non può davvero più sbagliare, per evitare una eliminazione davvero clamorosa per una squadra che ad inizio d’anno era addirittura candidata alle Final Four.

Milano: Langford 17, Bourousis 16, Hairston 15
Pireo: Spanoulis 23, Papanikolau 17, Mavroeidis 13

 

andrea.ziglio@olimpiazzurra.com

foto tratta da solobasket.it

WEB TV

Lascia un commento

scroll to top