Basket, Top&Flop: Datome spinge in alto Roma, neopromosse da sballo

oa-logo-correlati.png

L’ottava giornata di campionato conferma il primato della Cimberio Varese, che vince anche contro Sassari e prosegue nel suo cammino di imbattuta. Dietro avanzano Siena e Cantù, con la Roma di Datome sempre più in alto. Continuano a stupire anche le neopromosse, mentre Milano si riprende vincendo il derby lombardo con Cremona

TOP

GIGI DATOME: Aggettivi per l’ala azzurra dell’Acea Roma si sprecano di settimana in settimana. Ancora una volta decisivo nella vittoria dei capitolini sul parquet dell’Umana Venezia con 20punti e ben 26 di valutazione. Il 25enne sardo è al primo anno da capitano, ma non sente assolutamente il peso del ruolo, essendo un leader dentro e fuori dal campo. Roma con lui vola e la speranza è che anche l’Italia il prossimo anno faccia lo stesso.

PIETRO ARADORI: Rimanendo in tema di giocatori italiani che stanno facendo bene non possiamo non parlare della guardia di Cantù. Da qualche settimana Aradori è smepre uno dei migliori marcatori della squadra di coach Trinchieri e grazie alle sue ottime prestazioni (unite a quelle di uno scatenato Tabu) stanno permettendo ai brianzoli di tornare nelle posizioni di vertice. L’anno delle rivincite personali è iniziato alla grande, ora bisogna proseguire sullo stesso ritmo.

REGGIO EMILIA/BRINDISI: Neopromosse alla riscossa. Continuano a stupire Reggio Emilia e Brindisi, autrici per ora di un campionato davvero stupendo e al di sopra di qualsiasi aspettativa. In piena zona playoff ed in corsa per un posto per le Final Eight di Coppa Italia stanno vivendo un sogno. Non svegliatele.

VARESE: La capolista perfetta non poteva non entrare nei nostri Top. Ottava vittoria consecutiva, questa volta ottenuta nello scontro al vertice con la Dinamo Sassari. I lombardi sono ormai una seria candidata alla vittoria finale, perchè dopo questo inizio non pensare al Tricolore sarebbe davvero da pazzi.

 

FLOP:

 AVELLINO: L’esempio di come cambiare allenatore molte volte non porta a dei miglioramenti. La decisione di esonerare Giorgio Valli prima di un impegno importante come quello con Biella, dove c’erano punti salvezza in palio, si è rivoltata contro un ambiente scosso dall’allontanamento e che in questo momento avrebbe bisogno di certezze

PESARO: Certezze che mancano anche in casa Scavolini. Si sapeva che quest’anno fosse un anno difficile, ma non si pensava così duro e complicato. Il nuovo acquisto Denis Clemente fa rimpiangere l’infortunato Traini e non ha ancora preso in mano la regia della squadra. Serve una reazione per non sprofondare ancora di più nell’abisso del fondo della classifica

 

andrea.ziglio@olimpiazzurra.com

foto tratta da tuttosport.com

 

Lascia un commento

scroll to top