Di Criscio: “Il Mondiale? Un’esperienza indimenticabile”

oa-logo-correlati.png

Federica Di Criscio, classe 1993, nata a Lanciano, è un centrocampista del Bardolino Verona, con la quale ha giocato anche una Champions League. E’ reduce dal fallimentare Mondiale under 20 di calcio femminile, con l’eliminazione dell’Italia nei gironi. In una breve intervista esclusiva per Olimpiazzurra ci racconta le sue sensazioni post-Mondiale.

 

Come definiresti la tua esperienza iridata?
“Un’esperienza fantastica, unica e irripetibile”. 

Cosa vi è mancato per proseguire nell’avventura Mondiale?
“L’esperienza che hanno le altre nazionali”.

Siete state penalizzate dall’arbitraggio delle prime partite?
“Penalizzate no, ma diciamo che a volte gli arbitri sono stati un po’ troppo fiscali”.

Il calcio femminile è poco seguito in Italia, secondo te per quale motivo?
“Perchè è poco seguito dai media e anche perchè i mezzi per far crescere il settore femminile in Italia scarseggiano”.

Come prosegue la preparazione con il Verona in vista della nuova stagione?
“Siamo all’inizio della preparazione, non siamo sicuramente al top, ma ci faremo trovare pronte per la prima gara ufficiale”.

Cosa serve alla Nazionale per fare il definitivo salto di qualità e competere con le più forti?
“Mancano dei progetti congiunti e comuni a favore dello sviluppo di tutto il movimento che porterebbero ad elevare le nostre perfomance”.

michelepio.pompilio@olimpiazzurra.com

 

Tag

Lascia un commento

Top