Atletica leggera: assegnati i titoli juniores e promesse di marcia

oa-logo-correlati.png

Druento (Torino) è stata oggi la sede di un bel pomeriggio d’atletica leggera che ha assegnato i titoli italiani di marcia per le categorie juniores e promesse. Il percorso era davvero impegnativo, ricavato all’interno del Parco della Mandria alle porte del capoluogo piemontese e con arrivo davanti alla Cascina Rubbianetta. Un circuito di 1,950 km da ripetere 10 volte con il rettilineo di partenza e arrivo di 250 metri andata e ritorno con continui saliscendi che ha messo a dura prova gli atleti.

 

5 km indoor, 10 km outdoor e oggi la 20km su strada. Un tris di titoli italiani, da vero campione. La marcia italiana trova la conferma del bel talentino di Francesco Fortunato (Enterprise Sport & Service), al debutto sulla lunga distanza dopo l’eccellente quinto posto nella 10km di Saransk valida per la coppa del Mondo. Il ragazzo di Andria, in una gara strana e parecchio nervosa, nonostante un piccolo malore finale,è riuscito a cucirsi addosso il tricolore della categoria juniores. A sua detta c’è ancora tanto da migliorare. Intanto oggi è arrivata un’importanza esperienza. Segno di una grande maturità. Vincere all’esordio è sempre tanta roba.

 

Tripletta anche per la promessa Federica Curiazzi (Atletica Bergamo 1959 Creberg) protagonista di una bella gara in progressione e conclusa in 1h44:59. A coronare questo fantastico 2012 per l’allieva di Ruggero Sala c’è stato anche l’argento assoluto in quel di Sesto San Giovanni oltre allo strepitoso secondo posto alle Universiadi di Messina. Al maschile il titolo Promesse è andato all’abbruzzese Riccardo Macchia (Fiamme Oro) che, col tempo di 1h30:03, vince la sfida contro il compagno di squadra Massimo Stano (1h30:27).

Vittoria anche per la junior Maria Vittoria Becchetti (con la maglia della Studentesca CaRiRi) capace di 1h45:46.

 

stefano.villa@olimpiazzurra.com

WEB TV

Lascia un commento

scroll to top