Ginnastica, Europei 2017 – Analisi delle qualifiche: tutte le suddivisioni. Quali big aspettarci e le azzurre, turno dopo turno

Martina-Maggio-Roma.jpg

Giovedì 20 aprile scatteranno gli Europei 2017 di ginnastica artistica anche per quanto riguarda il settore femminile. Si incomincia alle ore 9.00 per una giornata infinita al termine della quale conosceremo le ragazze qualificate alle varie Finali. Analizziamo però le qualifiche suddivisione per suddivisione e vediamo su chi puntare gli occhi nel corso della gara.

 

PRIMA ROTAZIONE:

Claudia Fragapane è la grande stella. Attesissimo il corpo libero della britannica che porta in gara un esercizio stellare. Occhio anche alle francesine Lepin e Devillard che ha una buona artisticità a quadrato e dovrebbe avere in dote anche i due salti al volteggio. Si parla bene delle parallele della greca Argyro Afrati, anch’ella in caccia di una buona prestazione alla tavola.

 

SECONDA ROTAZIONE:

Occhi puntati sull’Italia che si affiderà a Lara Mori e Giada Grisetti: il corpo libero della capitana, le parallele e la trave dell’ex svizzera (che ha anche un delizioso dty al volteggio) sono il momento clou. La Romania ha deciso di schierare le seconde linee Cimpian e Crisan ma vanno comunque tenute d’occhio.

Le big sono le russe Elena Eremina, Campionessa d’Europa juniores all-around, e soprattutto Maria Paseka, Campionessa del Mondo e argento olimpico al volteggio. Gireranno insieme alle azzurre, partendo dalle parallele: divertimento assicurato.

La Germania farà sul serio con Ellie Seitz e Tabea Alt, vincitrice della Coppa del Mondo. Possono davvero dire la loro, attenzione alle parallele della veterana teutonica.

 

TERZA ROTAZIONE:

Si fa sul serio con le sorelle Downie: Rebecca, Campionessa d’Europa alle parallele, partirà proprio dagli staggi mentre la sorella è attesissima al corpo libero e al volteggio, punti di forza del suo concorso generale dov’è bronzo in carica.

L’Italia si affiderà a Martina Maggio visto l’infortunio di Sofia Busato. La brianzola è particolarmente attesa alla trave dove potrebbe rivestire il ruolo di outsider

La Francia non scherzerà con De Jesus Dos Santos, particolarmente accreditata per il giro completo e tra libero e parallele. Con lei ci sarà la connazionale Marine Boyer, argento alla trave lo scorso anno.

Occhi puntati su Sanne Wevers, Campionessa Olimpica alla trave che vorrà brillare anche a livello continentale. Girerà con la connazionale olandese Eythora Thorsdottir, non in grande forma ma abilissima su tutti gli attrezzi: può lottare per il vertice nel concorso generale.

 

QUARTA ROTAZIONE:

Ultima rotazione da monitorare con attenzione perché ci sono dei pezzi grossi. Su tutti le russe Natalia Kapitonova (attenzione alle parallele) e Angelina Melnikova (argento con la squadra alle Olimpiadi, tra le favorite per il titolo all-around).

Spazio soprattutto per le rumene Catalina Ponor (trave e corpo libero) e Larisa Iordache (trave e parallele), idoli di casa che andranno a caccia delle Finali. L’Ucraina si affida alla promessa Diana Varinska, particolarmente attesa sugli staggi. Attenzione alle tedesche Pauline Schaefer (bronzo iridato alla trave) e alla veterana Kim Bui. Da temere l’ungherese Zsofia Kovacs. E al termine di questa rotazione conosceremo tutte le qualificate alle Finali.

 

Tag

Lascia un commento

Top