Volley femminile, Mondiale per Club – Casalmaggiore all’assalto! Le Campionesse d’Europa sfidano gli squadroni turchi e Bernardinho: tutte le squadre ai raggi X

Casalmaggiore-Champions-Roberto-Muliere-Bis-14.jpg

Dal 18 al 23 ottobre si disputerà a Manila (Filippine) il Mondiale per Club di volley femminile. Otto squadre ai nastri di partenza, l’Italia si affida alla Pomì Casalmaggiore per conquistare l’ambito titolo. Conosciamo meglio le formazioni che si daranno battaglia nel corso di questa settimana.

 

POOL A: Pomì Casalmaggiore, Eczacibasi VitrA Istanbul, Rexona Rio de Janeiro, PSL – F2 Logistics Manila

POOL B: VakifBank Istanbul, Volero Zurigo, Bangkok Glass, Hisamitsu Springs

 

POMÌ CASALMAGGIORE – Le Campionesse d’Europa vogliono entrare ancora di più nella storia. Dopo aver vinto lo scudetto e dopo essere salite sul trono continentale nel giro di un anno, le ragazze in rosa tentano l’assalto all’iride. Sembra una missione impossibile ma, dopo l’impresa compiuta a Montichiari quando misero in fila la Dinamo Kazan e il VakifBank Istanbul nella Final Four della Champions League, le casalasche non vogliono più fermarsi.

Le ragazze di coach Caprara sono più motivate che mai e credono nella possibilità di concretizzare l’ultima scalata. Carli Llyod in cabina di regia e in diagonale con Samanta Fabris, capitana Valentina Tirozzi e Lucia Bosetti di banda (o la promettente Anastasia Guerra), Lauren Gibbemeyer e Jovana Stevanovic al centro, Imma Sirressi il libero con i possibili innesti di Anastasia Guerra e Carmen Turlea. L’Italia ha vinto il Mondiale femminile solo una volta grazie a Il Messaggero Ravenna nel 1992 e l’ultima partecipazione alla rassegna iridata risale al 2010 (la Foppapedretti Bergamo concluse al terzo posto).

 

ECZACIBASI VITRA ISTANBUL – Sono le Campionesse del Mondo in carica e puntano al bis, presentandosi a Manila con uno squadrone rivoluzionato sul mercato estivo: la centrale brasiliana Thaisa, la fortissima schiacciatrice russa Tatiana Kosheleva, la palleggiatrice serba Maja Ognjenovic e la talentuosa bomber Jordan Larson Burbach. Quattro fenomeni con cui il team turco allenato da coach Massimo Barbolini, lo scorso anno alla guida della Pomì Casalmaggiore Campionessa d’Europa, partirà con tutti i favori del pronostico per confermarsi al vertice.

VAKIFBANK ISTANBUL – Sono le vicecampionesse d’Europa, sconfitte da Casalmaggiore nella Finale dell’ultima Champions League. Il team guidato da Giovanni Guidetti, CT della sempre più sorprendente Olanda, ha vinto il massimo trofeo continentale nel 2011 e nel 2013, quando trionfarono anche al Mondiale. Tra le più serie pretendenti al titolo insieme all’Eczacibasi e a Casalmaggiore, potranno fare affidamento sul talento di Zhu Ting, schiacciatrice della Cina Campionessa Olimpica e tra le giocatrici più pagata al mondo, ma anche su Kimberly Hill (MVP dei Mondiali 2014), Lonneke Sloetjes e Milena Rasic.

 

REXONA RIO DE JANEIRO – Bernardinho è uno dei pochi coach capace di allenare sia gli uomini che le donne. Dopo aver trascinato il Brasile maschile alla conquista della medaglia d’oro alle Olimpiadi di Rio 2016 sconfiggendo l’Italia in Finale, Mister Rezende si è messo alla guida delle Campionesse del Sudamerica. Quarte nella passata rassegna iridate, le brasiliane si sono rinforzate grazie all’arrivo della schiacciatrice olandese Anne Buijs che darà manforte alle stelle Gabi, Juciely Silva e Fabi Oliveira. Il Rexona può rappresentare la classica mina vagante nella lotta per il titolo.

VOLERO ZURIGO – Il quinto incomodo. Un gradino dietro alle turche, a Casalmaggiore e al Rexona ci sono le svizzere che partecipano al Mondiale per la quarta volta nella loro storia, beneficiando per l’ennesima volta di una wild card. Il coach è Toran Terzic, capace due mesi fa di guidare la Serbia verso una strepitosa medaglia d’argento alle Olimpiadi. Le stelle non mancano: Foluke Akinradewo e Fabiola de Sousa possono far saltare il banco.

 

BANGKOK GLASS – Le thailandesi sono le Campionesse d’Asia in carica. Sulla carta non vantano particolari velleità. La stella è la centrale Thinkaow, un idolo in Patria. Attenzione anche alle promesse Guedpard e Bundasak.

HISAMITSU SPRINGS – Le giapponesi sono state invitate a partecipare a questo Mondiale per Club in preparazione alla rassegna iridata che organizzeranno il prossimo anno. Una formazione interamente nipponica con Nagaoka come capitana.

PSL – F2 LOGISTICS MANILA – L’All Star Team del campionato filippino con alcuni rinforzi stranieri. Le padrone di casa, inserite nel girone di ferro con Casalmaggiore, Eczacibasi e Rexona, sembrano essere le vittime designate. Nyukhalova, Krivets e Stalzer sono però delle buone giocatrici che affiancheranno gli idoli locali Reyes, Santiago e Daquis.

 

Lascia un commento

Top