Tennis, Masters 1000 Shanghai: terzo titolo in Cina per Murray, più vicino a Djokovic nella Race

profilo-twitter-ATP-World-Tour.jpg

Letteralmente scatenato l’Andy Murray di Shanghai. Dalla Cina con furore, lo scozzese ha confermato le attese piegando 7-6 6-1 il miglior Roberto Bautista Agut che si sia mai visto su un campo tennis, facendo valere la maggior completezza nel suo gioco e cambiando letteralmente ritmo dal tie-break del primo set.

Bautista, in gran feeling col cemento cinese, ha retto l’urto del pressing da fondo del britannico fino a che ha potuto riuscendo anche ad annullare tre set point nel nono gioco del primo set. Poi dal 6-6, un soliloquio di Murray che ha così conquistato il suo terzo titolo di Shanghai, il tredicesimo 1000 in carriera in venti finali ed ha assottigliato (915 punti) il distacco nell’ATP Race da Novak Djokovic, sconfitto in semifinale proprio dallo spagnolo. Un sub 1000 che non si vedeva da diverso tempo e che potrebbe portare al clamoroso ribaltone in vetta alla graduatoria mondiale. In questa classifica, che parte da zero il primo gennaio di ogni anno assai più realistica per descrivere l’andamento della stagione, le quotazioni del giocatore di Glasgow sono in grande ascesa. Djokovic dovrà, dunque, reagire al momento di difficoltà se non vorrà essere superato dall’amico/rivale in questa graduatoria coincidente col ranking ATP a fine anno.

immagine

Il campione di Wimbledon ed olimpico sembra quindi essere lanciato in questa rincorsa e la tappa cinese ha dato ulteriori conferme, concludendo il torneo “immacolato”, senza aver perso neanche un set, e mettendo a segno nell’ultimo atto 22 “Winners” e solo 13 “Unforced errors”. Dobbiamo dunque prepararci ad un cambiamento al vertice del tennis mondiale?

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

giandomenico.tiseo@oasport.it

Twitter: @Giandomatrix

Foto da profilo twitter ATP World Tour

Lascia un commento

Top