Sollevamento pesi, Olimpiadi Rio 2016: Giorgia Bordignon, soddisfazione a Cinque Cerchi

Giorgia-Bordignon-Federpesistica.jpg

Tre anni fa, Giorgia Bordignon è passata dalla 58 alla 63 chilogrammi: all’epoca, già 27enne, l’azzurra riusciva a sollevare 188 chilogrammi di totale. Ieri, con la gara delle Olimpiadi di Rio 2016, è arrivato il coronamento di un percorso di crescita imperioso. 

Da quel momento l’atleta delle Fiamme Azzurre è cresciuta di colpi competizione dopo competizione. Prima ha sfondato il muro dei 200 chilogrammi, poi ha continuato a migliorare fino al Mondiale dello scorso anno, dove ha chiuso al 12esimo posto con 216 chili sollevati. Un risultato importante perché, di fatto, le ha consegnato la possibilità di ottenere il pass per le Olimpiadi di Rio, un obiettivo quasi impensabile anche solo in quel già citato 2013.

La gara in sé non aggiunge né toglie nulla alla Bordignon. Il sesto posto è semplicemente il giusto premio per il lavoro svolto e per il livello di competitività raggiunto nonostante un talento probabilmente inferiore a quello di alcune connazionali e tante avversarie. È il sesto posto della consapevolezza e della maturità acquisita: il pianto liberatorio a fine gara dopo aver fallito il tentativo ai 123 chili di strappo è un piccolo romanzo che ci racconta delle fatiche e del lavoro svolto per arrivare a calcare quella pedana. Un sogno realizzato per Giorgia, che a 29 anni compiuti ha vissuto i propri sogni da protagonista. 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

gianluca.santo@oasport.it

Twitter: Santo_Gianluca

Foto: Federpesistica

Lascia un commento

Top