Skateboard: a Tokyo 2020 la prima volta olimpica e l’Italia punta su Ivan Federico

skateboard-ivan-federico-pagina-fb-ivan-federico.jpg

Alle Olimpiadi di Tokyo 2020 ci saranno alcune new entry nel panorama olimpico e tra queste c’è anche lo skateboard. Una scelta discutibile forse da parte del CIO, ma va comunque ricordato che, pur essendo uno sport di tradizione puramente americana, negli ultimi anni si è sviluppato molto anche in Europa e nel resto del Mondo.

L’introduzione ai Giochi Olimpici aiuterà ancora di più la crescita dello skateboard, ma quali saranno le specialità presenti in Giappone? Su questo tema non ci sono mai stati dubbi e alle Olimpiadi vedremo lo street e il park entrambi riservate sia agli uomini che alle donne. Il park è simile all’halfpipe con tante strutture paraboliche, mentre nello street gli skater potranno utilizzare qualsiasi cosa (ringhiere, scale, tavoli e tanto altro) per creare e sviluppare i loro trick.

Bisognerà capire l’impatto che l’Olimpiade ora avrà sullo skateboard, anche perchè d’estate c’è già un grande evento globale come gli X Games, che assegnano il ruolo di miglior skater al mondo ovviamente nelle varie specialità, comprese anche quelle del Vert e del Big Air.

In Italia è uno sport ancora “di nicchia”, ma va comunque ricordato che lo skateboard si è preso un proprio spazio all’interno della Federazione Italiana Hockey e Pattinaggio. In questo momento l’elemento di punta di tutto il movimento è Ivan Federico.
Il giovane skater piemontese ha ottenuto già dei risultati molto importanti e tra quelli di maggior rilievo c’è il terzo posto nella finale della Vans Park Series, considerata la prima edizione del Mondiale di Skateboard Park.

Il nativo di Caluso è riuscito a qualificarsi per questa finale chiudendo al primo posto nelle World Qualifying Series, vincendo due tappe in Australia e Canada. Alle finali di Malmö in Svezia erano 20 i partecipanti: 15 skater invitati dalla stessa organizzazione e riconosciuti come i migliori park rider del mondo ed altri 5 usciti dalla fase di qualifica, tra cui il nostro Ivan Federico.
La vittoria è andata all’americano Alex Sorgente davanti al brasiliano Pedro Barros, ma va sottolineato come l’azzurro fosse l’unico europeo presente in finale (in semifinale erano stati eliminati lo svedese Hallberg e il francese Bolian). Un risultato dunque di assoluto prestigio e che fa ben sperare in chiave olimpica, perchè ora Tokyo 2020 diventa il grande obiettivo di Ivan, che sogna di portare una prima storica medaglia nello skateboard all’Italia

 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

 

Foto da: pagina Facebook di Ivan Federico

Lascia un commento

Top